Montefiore Conca: il ministro Carfagna inaugura mostra su Giovannino Guareschi

Montefiore Conca: il ministro Carfagna inaugura mostra su Giovannino Guareschi

MONTEFIORE CONCA - Prosegue il prestigioso programma artistico-culturale promosso dall'Amministrazione Comunale di Montefiore Conca; un ricco calendario di eventi esclusivi che raccoglie un forte interesse anche da parte dei rappresentanti del Governo Nazionale. Il filo rosso dell'arte unirà Milano e Montefiore Conca per festeggiare il centenario della nascita di Giovannino Guareschi.

 

Dal museo di Fontanelle, in provincia di Parma inaugurato nel maggio scorso in occasione delle celebrazioni per il padre di don Camillo e Peppone, arriva a Milano presso la galleria ArteSanterasmo e a Montefiore Conca nelle antiche sale della Rocca Malatestiana, la mostra di sculture satiriche realizzate dall'artista Maurizio Zaccardi.

 

Un omaggio al "mondo  piccolo" di Giovannino Guareshi fatto da una ventina di sculture in bronzo che si ispirano ai disegni umoristici che il giornalista e scrittore pubblicava sul "Candido" (da lui fondato).

 

Zaccardi, nel riprendere le caricatore dello scrittore emiliano, dà abilmente  vita a personaggi nuovi, fantasiosi e grotteschi. Tra gli altri si possono trovare Don Camillo e Peppone su una Fiat 500 e su un'Alfa Romeo storica: libere interpretazioni delle sequenze dei celebri film; il crociato con la forchetta al posto della spada (sull'arrembaggio della burocrazia romana alla navicella della fiera di Milano), oppure l'accaparratrice di poltrone.

 

Scrive Vittorio Sgarbi nella presentazione del catalogo pubblicato dal Monte Università Parma: " Guareschi sarebbe potuto essere uno scultore e Zaccardi ha provato a dimostrarlo. Figure o piccoli gruppi, derivati dai disegni umoristici di Guareschi, ma non fino al punto da esserne una semplice trasposizione tridimensionale. Il corrispettivo plastico dei disegni satirici di Guareschi è il bozzetto, la scultura antimonumentale per antonomasia, da "mondo piccolo" [...] In questa accezione volutamente "piccola", anche quando manifestata attraverso la resistenza del bronzo Zaccardi innesta invenzioni ricche e mutevoli, talora con toni grotteschi che ricordano Daumier, padre storico del genere. Zaccardi, però, è capace anche di slanci di divertimento, rustico surrealismo [...]. Bambolotti arguti e deliziosi, aerei, come nel caso dell'ottimo cavaliere "forchettato", controparte figurata della posate "parlanti" di Bruno Munari, nel quale Zaccardi è abilissimo a controllare l'eleganza dei volumi tondeggianti, fra Maillol e Botero. Una fantasia pura, senza altri fini che la propria soddisfazione creativa..."

 

Dopo la presenza del Ministro Bondi nel luglio scorso in occasione dell'inaugurazione della Rocca Malatestiana e della personale del pittore Franco Azzinari, sabato 4 ottobre alle ore 10.00 sarà il Ministro alle pari opportunità Mara Carfagna a inaugurare  la mostra di sculture satiriche di Maurizio Zaccardi , promossa in collaborazione con ARTESANTERASMO di Milano.

 

 

Maurizio Zaccardi

è nato a Parma il 10 ottobre 1955 e svolge la sua attività in Italia e in Francia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per diversi anni si è dedicato alla scultura in pietra continuando la sua ricerca attraverso altri materiali quali il marmo e il bronzo. Nell'ultimo periodo le sue opere vengono realizzate con una tecnica particolare di colata in bronzo sulla pietra - marmo di Carrara o abbinamenti di vetri di Murano. Zaccardi è stato l'esecutore del Monumento "Enzo Sicuri" situato nel centro storico di Parma, come la scultura marmo- bronzo del "Petrarca " presso la Biblioteca Palatina di Parma. Ha esposto in diverse città italiane: Venezia, Milano, Reggio Calabria, Roma, estere tra cui Menton, Cannes, Ginevra, Innsbruck, Monaco, Castillon. Ha partecipato alla biennale "Serena" 2005 ,mostra estemporanea organizzata dal Comune di Collecchio con una scultura marmo-bronzo (m. 2,20) .È stato incaricato dal Comune di Roccabianca, con la collaborazione dei figli Carlotta ed Alberto Guareschi per realizzare il monumento in bronzo di Giovannino Guareschi posato a Fontanelle nel 2008 .Ha avuto l'incarico dal "Comitato per il Monumento dedicato al Maestro A. Toscanini" di eseguire l'opera in bronzo (m. 3.50 ) che è esposta presso il pergolato della Corale G. Verdi di Parma. Collabora alle scenografie di spettacoli musicali e teatrali con la cantante e musicista Roberta Di Mario - Giugno 2007 presso l'Auditorium di Parma ha eseguito un dipinto per la scena in occasione dello spettacolo " In una notte di strana follia" con la partecipazione di Gianni Fiorellino. Diversi sono i riconoscimenti tra cui il Global Educational Art - Genova ed il Master al Salon International di Menton Còte D'Azur - France.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -