"Lavori in tempi record": inaugura a Montegallo la 'cittadella' dell'Emilia-Romagna

Volontari e tecnici dell’Agenzia regionale di protezione civile sono ancora all’opera per ultimare gli interventi, ma il loro è stato davvero un lavoro in tempi record

Poco più di due settimane, per realizzare la ‘cittadella’ dell’Emilia-Romagna a Montegallo (Ap), il Comune marchigiano nell’area del cratere adottato dalla Regione dopo il sisma in Centro Italia del 24 agosto scorso. Volontari e tecnici dell’Agenzia regionale di protezione civile sono ancora all’opera per ultimare gli interventi, ma il loro è stato davvero un lavoro in tempi record: domenica prossima verrà infatti inaugurato il Centro multifunzionale realizzato nel campo sportivo del paese, nella frazione di Balzo, dove, in moduli riscaldati e con opere di urbanizzazione complete (dalla rete fognaria all’illuminazione), si troveranno le sedi del Municipio, della Scuola primaria ‘G.M. Rizzi’, della Farmacia e dell’ambulatorio del medico di base e del Corpo forestale dello Stato. Nel Centro è stata collocata anche la Chiesa. Dopo il terremoto, a Montegallo la gran parte degli edifici è risultata lesionata o inagibile.

Il taglio del nastro è previsto alle ore 11, con l’assessore regionale alla Difesa del suolo e Protezione civile dell’Emilia-Romagna, Paola Gazzolo, il sindaco di Montegallo, Sergio Fabiani, le autorità locali e regionali, i cittadini, i volontari e i tecnici che hanno reso possibile la nascita del Centro multifunzionale. “E proprio a loro va fin d’ora il nostro grazie- affermano il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assessore Gazzolo- senza il loro impegno e la loro preparazione non sarebbe mai stato possibile tornare a garantire in tempi così rapidi servizi che rappresentano il collante e l’identità di una comunità. L’8 settembre con il commissario alla ricostruzione, Errani, avevamo fatto il sopralluogo a Montegallo e quel giorno stesso erano partiti i lavori per la realizzazione del Centro multifunzionale, che avevamo preso l’impegno di aprire entro fine mese, e così sarà. Ora prosegue il nostro lavoro, sia sul fronte dell’assistenza che della ricostruzione, per contribuire a far tornare alla normalità cittadini e territori colpiti”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il programma di domenica prevede il ritrovo al Centro multifunzionale, il taglio del nastro alle 11, gli interventi delle autorità e la visita al centro. Alle ore 14 ci sarà la messa presieduta dal vescovo nella nuova Chiesa. La Regione Emilia-Romagna ha aperto un conto corrente unico regionale dedicato alla raccolta fondi per aiutare i territori colpiti dal sisma nell'Italia centrale. Chiunque può inviare il proprio contributo sul conto: IBAN IT69G0200802435000104428964 dall'estero BIC UNCRITM1BA2 intestazione e causale: 'Emilia-Romagna per sisma Centro Italia'

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -