MORCIANO - Crisi ex Ghigi, sindacati in consiglio comunale

MORCIANO - Crisi ex Ghigi, sindacati in consiglio comunale

MORCIANO - Si è tenuto ieri il Consiglio Comunale di Morciano convocato dal sindaco per discutere alcuni punti particolarmente importanti.

Primo tra tutti l’audizione delle rappresentanze sindacali del Con.Sv.Agri. Ghigi quale atto formale di condivisione e solidarietà delle ragioni dei lavoratori da parte dell’intera comunità cittadina morcianese rappresentata dal Consiglio Comunale.

I rappresentanti sindacali Rinaldi, Sestagalli e Bonetti hanno portato a conoscenza del Consiglio Comunale la difficoltà nella quale da tempo si dibattono i dipendenti Ghigi per il fatto di “Non avere una direzione adeguata alle necessità” che, tra l’altro, “fugge innanzi alle difficoltà peggiorandone di giorno in giorno la definizione e risoluzione”.

Gli stessi rappresentanti sindacali hanno dato atto al Comune di Morciano di averlo visto partecipe e schierato a difesa delle ragioni degli operai interessati alla crisi aziendale e hanno altresì osservato che solo tramite il definitivo trasferimento nel nuovo stabilimento potrà esserci un rilancio dell’azienda.

Al termine dell’audizione il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità la proposta del Sindaco di un ordine del giorno che conferma ulteriormente le ragioni degli accordi sottoscritti con il pastificio morcianese, ragioni considerate “l’unica effettiva possibilità perché l’azienda possa uscire dalla indeterminatezza da essa stessa creata”.

Il consiglio comunale ha ritenuto di chiedere all’azienda il perseguimento degli obblighi assunti senza il cui rispetto lo stesso piano di recupero previsto sull’attuale fabbrica non avrebbe più alcuna possibilità di continuare ad esistere.

Il consiglio comunale ha altresì auspicato che l’assemblea dei soci della Ghigi prevista per il 4 luglio prossimo possa portare una parola di definitiva chiarezza circa la volontà di mantenere in vita una tradizione storica qual’è la pasta Ghigi.

A questo il Sindaco ha aggiunto che il Comune di Morciano di Romagna è impegnato a sostenere con la massima collaborazione possibile chi, nell’azienda, voglia operare per la salvaguardia dell’azienda e dei posti di lavoro da essa assicurati.

Il Sindaco ha poi ringraziato i lavoratori per l’alto senso di responsabilità dimostrato nella difficile vertenza aziendale e per l’attaccamento alla Ghigi.

Il consiglio ha quindi salutato con un applauso all’insegna dei lavoratori i loro rappresentanti presenti al consiglio.


Il Consiglio ha poi approvato due importanti provvedimenti quali il conto consuntivo per l’anno 2006 ed il definitivo acquisto della nuova sede Inps.

Conto che si presenta con un buon risultato di gestione che vede il bilancio di parte corrente chiudersi con un avanzo di gestione pari a oltre 80.000,00 euro ed un raggiungimento degli obiettivi ipotizzati vicino al 100%.

Particolarmente positiva la relazione dei revisori dei conti che, a fronte del non aumento della pressione tributaria locale, certificano un bilancio in linea con i patti di stabilità nazionali.

Il consiglio comunale ha quindi approvato l’acquisto, per circa 500.000 euro, di circa 300 metri quadrati di superficie, attigua ad altra proprietà pubblica, per adibirla a sede Inps-Camera Commercio in via Santa Maria Maddalena.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’agenzia di produzione Inps di Morciano è attiva sin dal 1999 in una sede di proprietà privata assunta a suo tempo in locazione.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -