Morciano: il Comune riduce le imposte

Morciano: il Comune riduce le imposte

MORCIANO - Buone nuove per i morcianesi per l'anno 2009. La Giunta Comunale ha deliberato con decorrenza dal 1º gennaio 2009, le nuove tariffe per l'occupazione del suolo pubblico, che contrariamente a quanto ipotizzato vedono delle riduzioni notevoli. I tagli vanno ad influire positivamente sia sulle tasche dei privati cittadini ed ancor di più per le attività economiche.

 

I pubblici esercizi e le attività economiche che con tavolini, sedie, esposizioni e quant'altro vanno ad occupare il suolo pubblico in maniera permanente, vedranno una riduzione del 30% sulla tariffa base, arrivando così a 21,00 euro al mq annui.

 

Per le occupazioni temporanee la tariffa passa a 0,495 euro al mq al giorno, con una riduzione del 70% rispetto a quella base.

 

Per quello che riguarda i privati cittadini la diminuizione andrà ad influenzare la tariffa per i passi carrabili che scenderà a 24,00 euro al metro lineare annui, contro i 30,00 euro del 2008.

 

Anche l'occupazione del suolo temporanea per l'attività edilizia, per le impalcature esterne utili ai rifacimenti e alle ristrutturazioni degli edifici, scende a 1,98 euro al mq al giorno, contro i 3,03 euro dell'anno precedente.

 

Tale manovra si inserisce nel più ampio contesto di sostegno all'economia locale approvato dal Comune, che va ad agire anche sulle uscite delle famiglie.

 

Dopo l'abolizione dell'Ici, infatti si prevede l'esenzione dalla Tarsu per gli ultra 65enni o con età inferiore purchè totalmente inabili al lavoro, con invalidità non inferiore al 67%.

 

L'esenzione verrà calcolata in base al reddito riferito al nucleo famigliare. Al fine dell'esenzione gli interessati dovranno presentare idonea domanda entro e non oltre il 31 maggio prossimo.

 

Nello stesso contesto si inseriscono gli aiuti alle famiglie in difficoltà, con il ricalcolo delle rette per i servizi scolastici e per l'infanzia, in particolare per i lavoratori disoccupati da almeno due mesi a causa di licenziamento per giusta causa, i disoccupati da almeno due mesi a causa della scadenza di un precedente contratto non rinnovato (rientrano in questo caso anche i contratti di collaborazione, a progetto e di somministrazione), e i lavoratori in cassa integrazione guadagni o sospesi da due mesi o con riduzione dell'orario.

 

La Giunta comunale ha bloccato le tariffe fino al 31 agosto 2009.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A settembre, dopo la revisione delle entrate, si deciderà se e come intervenire in proposito.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -