Morciano, un anno di amministrazione: i punti salienti

Morciano, un anno di amministrazione: i punti salienti

MORCIANO - Si è svolta in Piazza Risorgimento a Morciano, l'assemblea pubblica indetta dall'Amministrazione Comunale per illustrare alla cittadinanza un anno di attività amministrativa. Le tappe salienti di questi primi dodici mesi sono state ripercorse dal Sindaco Claudio Battazza, affiancato dal Vicesindaco Stefano Dradi che ha presieduto l'incontro, alla presenza degli Assessori, dei Consiglieri di maggioranza e del Consigliere di minoranza Filippo Gennari.

 

Dopo aver ricordato la preoccupante situazione di bilancio ereditata, a cui si sta ponendo rimedio ma che limita non poco le possibilità sia di investimento che di spesa corrente, la dettagliata relazione di Battazza si è particolarmente soffermata sulle priorità che sono oggi al centro del più generale interesse cittadino.

  

  

I punti salienti della relazione

 

Qestione Ghigi: prima di tutto l'importanza di essere riusciti a far "risorgere" l'azienda, che è ora sul punto di riprendere a produrre la pasta nel nuovo stabilimento di San Clemente, richiamando gradualmente i dipendenti in cassa integrazione. Oltre ad aver rinegoziato i volumi che verranno ricavati dall'ex sede, i quali scenderanno dai 19700 licenziati in precedenza a 16600 mq, dei quali 1400 ceduti gratuitamente al Comune. E l'aver infine dato a quell'intervento non più la semplice natura di ristrutturazione di un edificio, ma una nuova dimensione di "progetto urbano" che sarà accompagnato da un "percorso partecipativo" che vedrà Amministrazione e progettisti confrontarsi in più sedi e occasioni con la cittadinanza, in tutte le sue componenti ed articolazioni.

 

Ex Scuola Media: anche in questo caso, attraverso la "rinegoziazione" col privato, si revoca la passata decisione di costruire tre condomini, portando invece in quell'immobile la sede dell'Unione Valconca, il Centro Sociale e gli ambulatori medici.

 

Padiglione Fieristico: sarà raddoppiato grazie ad un intervento che verrà realizzato di concerto con l'imprenditoria privata (1 luglio aggiudicazione dei lavori); ma non più dando in contropartita una nuova capacità edificatoria per appartamenti e negozi, come previsto dalla precedente Giunta; ma la disponibilità a far ricoprire il tetto del nuovo padiglione con pannelli fotovoltaici che genereranno, insieme all'energia pulita, anche un utile per il privato, "a costo zero" per il Comune

 

Ponte sul Conca: dietro alle tante "false partenze" propagandate dalla passata Amministrazione non c'era neppure il progetto, che è stato invece completato in questi mesi ed è ora pronto per il bando. 

 

Asilo nido in costruzione: lo si sta dimensionando per accogliere 61 bambini il luogo dei 42 previsti in precedenza; questo lo metterà in grado di accogliere bambini anche da altri Comuni della Valconca,  il che consentirà anche di abbassare la quota di iscrizione pro-capite.

 

Interventi di carattere sociale: sono 300 le famiglie a cui il Comune ha potuto fornire un aiuto diretto di varia natura, per un ammontare complessivo di 800 mila euro, a cui vanno aggiunti i 14 mila della convenzione con l'Associazione San Michele Arcangelo e l'impegno a far nascere il Centro Sociale Mercurio (autogestito).

 

Raccolta differenziata: è stato brillantemente superato, grazie all'impegno dei Morcianesi, l'obiettivo del 60%; il che, oltre ad avere un lusinghiero risvolto ambientale, eviterà pesanti aggravi tariffari a carico dei cittadini.

 

Manutenzioni: da anni Morciano non ne conosceva. In questo anno sono stati impiegati 476 mila euro, in gran parte per interventi urgenti e inderogabili, ma che "non si vedono" (in particolare all'interno delle scuole). A breve partirà il primo stralcio relativo alla fatiscente pavimentazione del Centro Storico.

 

Unione dei Comuni: contrariamente alla precedente, questa Amministrazione crede che sia indispensabile crederci, tanto più alla luce degli imminenti provvedimenti del governo sugli Enti Locali. L'aver riportato i vigili all'interno dell'Unione ha fatto risparmiare a Morciano, in un solo anno, ben 100 mila euro; ed analoghi benefici, organizzativi e finanziari, ha avuto pure sugli altri Comuni.

 

Sviluppo futuro di Morciano: l'Amministrazione sta operando per favorire la più forte  "concertazione cittadina" possibile, quale condizione di un complessivo "progetto di crescita per Morciano" fatto di sinergie fra promozione commerciale (con le sue 212 aziende, il commercio costituisce il volano dell'economia cittadina), progetti di arredo urbano (a partire da ex Ghigi - Piazza Risorgimento - Piazza Ghigi) e programmi di eventi e manifestazioni, sia "popolari" (San Gregorio, Fiera dei Golosi, appuntamenti al Padiglione Fieristico) che di forte contenuto culturale (ultimo in ordine di tempo "FU.MO", la Festa Futurista ).

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -