MORCIANO - 'Coca', hashish e farmaci dopanti: in manette madre e figlio

MORCIANO - 'Coca', hashish e farmaci dopanti: in manette madre e figlio

MORCIANO DI ROMAGNA – Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. E’ l’accusa per la quale sono stati arrestati lunedì madre e figlio, la 49enne Maria Pia Palazzi di Morciano di Romagna ed il riminese 25enne Giacomo Rattini. Quest’ultimo dovrà rispondere anche dell’accusa di ricettazione di farmaci dopanti. I Carabinieri hanno provveduto a sequestrare 204,8 grammi di cocaina, 18,8 di hashish, 6 flaconi di farmaci anabolizzanti e 600 euro ritenuti provento dell’illecita attività.


I carabinieri della stazione di Morciano di Romagna, nel corso delle indagini, dopo aver acquisito informazioni in merito al possesso dello stupefacente da parte di madre e figlio, hanno subito attivato un servizio di osservazione.


Nella mattinata gli uomini dell’Arma hanno eseguito una perquisizione all’interno delle abitazioni uso dei due indagati e presso il negozio “Body projet”, di Morciano di Romagna, dove hanno rinvenuto e posto sotto sequestro lo stupefacente, unitamente a 6 flaconi di farmaci anabolizzanti, materiale per il confezionamento e pesatura della droga, nonché la somma, in contanti di 600 euro ritenuta provento di illecita attività.


La donna dovrà rispondere anche dell’accusa di favoreggiamento e resistenza a pubblico ufficiale dato che, all’atto dell’intervento, ha spintonato i carabinieri, gettando dalla finestra lo stupefacente, poi rinvenuto, nel tentativo di rendere vane le operazioni di perquisizione presso propria abitazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati associati rispettivamente alle case circondariali di Rimini e Forlì a disposizione competente dell’autorità giudiziaria.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -