Morosini, dopo Villa Mussolini, punta alle garitte della Rocca dele Caminate

Morosini, dopo Villa Mussolini, punta alle garitte della Rocca dele Caminate

Morosini, dopo Villa Mussolini, punta alle garitte della Rocca dele Caminate

FORLI' - Dopo Villa Carpena, trasformata nel museo 'Villa Mussolini', ora l'imprenditore lombardo Domenico Morosini, ha palesato l'intenzione di acquistare le garitte che circondano la Rocca delle Caminate. Morosini, dal suo arrivo nel 1999 a Forlì è riuscito a trasformare "Villa Carpena" nel museo "Villa Mussolini". L'imprenditore lodigiano, accompagna spesso turisti e visitatori nel territorio di Rocca delle Caminate e ha così potuto constatare che di anno in anno le garitte poste ai lati del muro perimetrale peggiorano il proprio stato di conservazione.

 

Per questa ragione Morosini è alla ricerca dei proprietari delle garitte, in modo tale da poter proporre loro un'offerta d'acquisto che consentirebbe un successivo restauro degli storici posti di guardia. "Pur apprezzando i grandi progetti della Regione Emilia-Romagna e della Provincia di Forlì-Cesena per il castello delle Caminate, che dopo decenni di vergognoso silenzio sembrano finalmente aver trovato i fondi necessari al restauro", Domenico Morosini chiede alla Provincia di tenere in considerazione "anche la volontà di Donna Rachele, e se ciò non fosse possibile, si appella alle istituzioni interessate affinchè all'interno del castello possa trovare spazio un luogo dedicato alla storia della rocca".

 

"Il castello delle Caminate infatti è il simbolo assoluto dell'uomo Mussolini e rappresenta una tappa fondamentale della storia del Fascismo, pertanto risulterebbe incomprensibile privarlo della sua anima più profonda e non consentire a migliaia di turisti di poterlo ammirare come spazio culturale aperto al pubblico". Morosini infine si rivolge alle istituzioni del territorio per proporre collaborazioni mirate alla realizzazione di un "auspicabile circuito turistico-culturale incentrato sul grande Novecento italiano presente in Romagna e in particolare sulle perle artistiche ed architettoniche lasciateci in eredità dal Ventennio fascista".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -