Morte Eluana, emergono nuovi dubbi sull'autopsia

Morte Eluana, emergono nuovi dubbi sull'autopsia

Morte Eluana, emergono nuovi dubbi sull'autopsia

Nonostante l'agonia di Eluana sia finita lunedì sera, proseguono le polemiche riguardanti le ultime ore di vita della ragazza che è stata per ben 17 anni in stato vegetativo. In particolare molti medici, periti ed esperti vari si sono soffermati sul cervello della ragazza, al quale più volte è stato associato il termine "atrofizzazione".

 

Ebbene, generalmente quando un cervello è atrofizzato dovrebbe essere di peso sensibilmente inferiore del normale, mentre i periti incaricati dalla Procura di Udine ad effettuare l'autopsia sul corpo avrebbero constatato un cervello di peso assolutamente nella norma. E' giusto sottolineare comunque come i medici abbiano fatto notare che un cervello di dimensioni e peso normali non sempre è "sinonimo di perfetto funzionamento delle attività cerebrali".

 

Ma le 'anomalie', se così vogliamo chiamarle, sul caso di Eluana Englaro non sono finite. Le polemiche riguardano anche l'insufficienza renale acuta e la secrezione salivare, ritenuta da molti "inspiegabile" visto che la giovane non riceveva liquidi (almeno ufficialmente) da circa 70 ore.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dubbi sono sorti anche sull'ora del decesso, visto che vi sono dichiarazioni contrastanti tra di loro.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -