Morto il 'papa' di Cosa Nostra Michele Greco

Morto il 'papa' di Cosa Nostra Michele Greco

E' morto a 84 anni in una clinica romana, dove era ricoverato da alcune settimane, il boss mafioso Michele Greco. Il capomafia di Ciaculli, prima del ricovero in ospedale, era detenuto presso il carcere di Rebibbia dove stava scontando una condanna all'ergastolo. Soprannominato anche 'il papa' per la sua riconosciuta abilità nel mediare le dispute tra le diverse famiglie mafiose, era ritenuto tra i mandati dei delitti dei capimafia Stefano Bontade e Salvatore Inzerillo.

Michele era fratello di Salvatore Greco, noto come “il senatore”. Si alleò con i corleonesi di Riina e Bernardo Provengano. Il ‘papa’ venne arrestato il 26 febbraio del 1986 dopo quattro anni di latitanza in un casolare nelle campagne di Caccamo, nel palermitano, dove si nascondeva sotto un falso nome. Greco era accusato di aver ordinato l’omicidio del procuratore capo di Palermo Rocco Chinnici che venne ucciso con un’autobomba assieme a due guardie del corpo ed un civile.

"La prima cosa che ricordo di Michele Greco al maxiprocesso erano i suoi continui riferimenti all'aspetto religioso". E' quanto ha detto all'Adnkronos il Procuratore nazionale antimafia, Pietro Grasso, giudice a latere del primo grande processo alla mafia negli anni Ottanta, che vedeva tra gli imputati anche Michele Greco.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -