MotoGp, Pedrosa stravince al Montmelò. Rossi secondo

MotoGp, Pedrosa stravince al Montmelò. Rossi secondo

MotoGp, Pedrosa stravince al Montmelò. Rossi secondo

MONTMELO' - Prima della partenza ci si attendeva una gara equilibrata. A sorpresa fin dal via il più veloce è stato lo spagnolo Dani Pedrosa. Il bravissimo pilota del team Honda Repsol ha dominato il Gp di Catalogna, settima prova del mondiale MotoGp, senza lasciar la minima possibilità di vittoria agli avversari. Bellissimo il duello per il secondo gradino del podio tra il poleman Casey Stoner e Valentino Rossi, vinto da quest'ultimo. Splendido Andrea Dovizioso, quarto.

 

Il forlivese della Honda 'clienti' del Jir Team Scot ha preceduto la Yamaha del Team Tech 3 di Colin Edwards, davanti al compagno di squadra James Toseland. L'inglese è riuscito a beffare Chris Vermeulen (Suzuki), Nicky Hayden (Honda Repsol) e Shinya Nakano (Honda Gresini). Fuori dai giochi Alex De Angelis e Loris Capirossi, usciti di scena dopo un contatto. L'imolese della Suzuki si è procurato nell'incidente la frattura del quinto metacarpo della mano destra e del mignolo. "Voglio ringraziare l'equipe della Clinica Mobile che ha rimesso in linea la frattura", ha dichiarato il romagnolo. Capirossi ha spiegato la dinamica dell'incidente, avvenuto mentre era in lotta per la decima posizione. "Mi ha tirato giù Alex (De Angelis, ndr) -. Peccato, ma solo perchè mi sono fatto male. Sono incidenti che capitano in gara. Sono però incavolato perchè mi tocca soffrire. Ci sono abituato, ma non è il massimo della vita".Secondo il dottor Claudio Costa Capirossi difficilmente prenderà parte al Gran Premio di Donington (22 giugno), ma dovrebbe recuperare per la trasferta olandese di Assen. "Loris l'impossibile non lo conosce, come è successo anni fa ad Assen quando con due fratture è riuscito a salire sul podio", ha dichiarato il medico.

 

Bravissimo dunque Pedrosa, in sella ad una Honda perfettamente bilanciata, che ha lottato solo con se stesso. Lo spagnolo ha ridotto a sette le lunghezze di vantaggio da Rossi, in testa al mondiale con 142 punti. "E' stata una corsa bellissima, ho fatto una grande gara. Ringrazio la squadra che, dopo le difficoltà del sabato, hanno fatto un setting che non abbiamo mai provato. E' stupendo vincere davanti a questo pubblico, speriamo di continuare così".

 

Felicissimo Rossi, capace di annichilire la tenacia di Stoner con uno strepitoso sorpasso nelle fasi finali della gara: "Mi sono divertito moltissimo, anche se non ho vinto - ha dichiarato il pilota della Fiat Yamaha scattato dalla nona posizione -. E' stata una gara ricca di sorpassi, culminata dalla grande battaglia con Stoner. Non sapevo se sarei riuscito a batterlo". "E' stata dura - ha proseguito Rossi -, ma perdere solo cinque punti da Dani (Pedrosa, ndr) va bene. Sono partito per il podio con la speranza di non perdere tanti punti"

 

Chiaramente deluso contento Stoner. L'australiano, velocissimo per tutto il weekend, ha avuto problemi di trazione che non gli hanno consentito di tener il ritmo di Pedrosa e Stoner. Per il campione del mondo in carica la corsa al campionato si fa sempre più dura.

 

Ancora una volta Dovizioso ha deliziato i propri fan di una straordinaria gara. Il forlivese del Jir Team Scot, scattato brillantemente dalla settima posizione, è riuscito ad esprimersi ad alto livello, occupando momentaneamente la seconda posizione prima di lasciar spazio agli agguerriti Stoner e Rossi. "Non mi è mancato nulla - ha dichiarato Dovizioso a fine gara -. La moto andava bene. Ho perso cinque decimi quando Rossi ha superato prima me e poi Stoner e li ho perso un po' di contatto. Giravamo con lo stesso passo sul 43''1-43''3, un ritmo davvero forsennato". Il pilota della Honda ha avuto modo di assistere al duello tra i due che lo precedevano. "Stoner aveva maggior percorrenza in curva, ma usciva largo; Valentino aveva più trazione e recuperava in uscita".Dopo la trasferta catalana, il motomondiale farà tappa sul circuito di Donington Park dove il 22 giugno di disputerà il Gran Premio di Gran Bretagna. Dovizioso non fa previsioni: "Devo dire che in MotoGp abbiamo trovato diversi problemi da una pista all'altra, quindi non so cosa attendermi. Posso solo dire che la pista di Donington mi piace molto".

 

SIMONCELLI TRIONFA NELLA 250CC - Strepitoso Marco Simoncelli. Dopo essersi imposto al Mugello, il romagnolo del team Gilera Metis ha trionfato anche nel Gran Premio di Catalogna, settima prova del mondiale classe 250cc, approfittando di un errore nell'ultimo giro alla curva 'La Caixa' dello spagnolo Alvaro Bautista, (Aprilia Aspar) a lungo al comando della corsa. Completa la festa del podio Hector Barbera, alfiere dell'Aprilia del team Toth. Quarto posto per l'Aprilia del team Lotus di Alex Debon, davanti allo svizzero Thomas Luthi e al riminese Mattia Pasini (Aprilia del team Polaris Word), debilitato da problemi fisici. Quattordicesimo il sammarinese Manuel Poggiali (Gilera). Simoncelli, approfittando del ritiro a cinque tornate dalla fine del leader del campionato Mika Kallio, messo ko dalla sua Ktm a causa di un problema tecnico, si trova a soli tre punti dal finlandese (106 a 103). Si rifanno sotto alla testa del mondiale anche Pasini e Debon, rispettivamente a sole otto e quattordici lunghezze da Kallio."Prima di dire che uno è più forte bisogna confermarsi di domenica - ha commentato a caldo il vincitore del Montmelò -. E' stata durissima, ma ci ho provato fino alla fine". "Quando Bautusta è arrivato lungo ho goduto - ha sorriso Simoncelli -. Sono contento di aver vinto. Sapevo che se uscivo forte dalla fine sarei stato davanti".


Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -