Muraglione, mancano i soldi per mettere in sicurezza le frane

Muraglione, mancano i soldi per mettere in sicurezza le frane

Foto di repertorio-347

PORTICO DI ROMAGNA - La Ss67 nuovamente minacciata. Le due frane che ormai da nove mesi ostruiscono la carreggiata a monte, nel tratto tra Bocconi e San Benedetto, sono ancora lì. Eppure dall'Anas, il responsabile del dipartimento di Bologna, Lelio Russo, aveva confermato che il percorso per arrivare ai lavori di ripristino era partito. Dovrebbero svolgersi entro ottobre ed i finanziamenti sarebbero dovuti arrivare prima dell'estate. Ma di quei 200 mila euro, per ora, nessuna traccia.

 

Secondo quanto riportato dal Resto del Carlino, il Sindaco di Portico, Mirko Betti, ha effettuato numerosi solleciti all'Anas, ma la risposta è stata sempre una: mancano i soldi. Per le due frane, che bloccano la carreggiata a monte della Ss67 (Muraglione) in località Ciartino e Campaccio, si teme con l'arrivo dell'inverno.

 

Non va dimenticato che, in quella zona, anno scorso, hanno perso la vita due motociclisti, il 50enne Moreno Tenan, che ha tamponato un'auto ferma al semaforo che regola il senso unico alternato, morto sul colpo, ed il giovane Ettore Capacci, 26 anni.

 

 

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Manù
    Manù

    Ma non c'è l'on. Pini per le frane?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -