Nanotecnologie, allo studio nuovi farmaci per combattere cancro

Nanotecnologie, allo studio nuovi farmaci per combattere cancro

Una nuova sfida per combattere il cancro. Un team di ricercatori di varie provenienze, guidato dall'italiano Francesco Stellaci, è intenzionato a creare un centro di eccellenza per giovani ricercatori di tutto il mondo che intendono usare gli strumenti della nanotecnologia per creare metodi innovativi di cura. Il progetto punterà a metter a punto nuove soluzioni per la prevenzione, la diagnosi e il trattamento dei tumori, ma anche di patologie cardiovascolari e neurologiche.

 

Il Centro europeo di nanomedicina (Cen) di Milano è finanziato con 6,6 milioni di euro dalla Regione Lombardia, più 2,2 milioni provenienti dagli altri soci. Fra i vari obiettivi, quello più ambizioso è lo sviluppo di nanomateriali che fungono da vettori per i medicinali e come agenti di contrasto contro il cancro. "Questo centro ha iniziato nel modo migliore - ha detto Stellaci -. Stiamo già lavorando a un nuovo sistema di farmaci per il cancro al cervello, e contro il morbo della mucca pazza".

 

Il Cen non avrà una struttura fissa, ma si appoggerà ai laboratori del Campus Ifom-Ieo. Per questo motivo "i suoi costi fissi sono ridotti al minimo - hanno concluso i responsabili -: tutti i soldi che vengono risparmiati serviranno a reclutare ricercatori".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -