Napoli, caos rifiuti. L'allarmismo di Napolitano

Napoli, caos rifiuti. L'allarmismo di Napolitano

“Allarmato per la situazione dei rifiuti a Napoli”. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in vacanza a Capri fino al 5 gennaio, ha commentato la difficile situazione che sta vivendo il capoluogo campano, sostenendo che “il governo prenderà iniziative al massimo livello”, trovandosi “d'accordo con il presidente del Consiglio, il ministro degli Interni e dell'Ambiente che ci sia una assunzione di responsabilità precise per sbloccare questa situazione".

Il capo dello Stato ha sostenuto a ridosso di Capodanno due colloqui telefonici con il premier Romano Prodi. Quest’ultimo gli ha parlata di un impianto di inceneritore costruito vicino casa sua, dicendo “che non c'è da temere”.

Sulla questione è intervenuto anche Prodi. Il presidente del Consiglio, in un colloquio con il direttore de “Il Mattino” di Napoli, Mario Orfeo, ha detto di essere “impegnato per la soluzione di questa drammatica e per molti versi inspiegabile emergenza”. Il Professore si è detto consapevole del fatto che la lunga emergenza abbia fatto scendere ai minimi la credibilità delle autorità politiche.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -