Napoli, migrante partorisce in ospedale. I medici: nessuna denuncia

Napoli, migrante partorisce in ospedale. I medici: nessuna denuncia

NAPOLI - Nessuna denuncia. I medici del Fatebenefratelli di Napoli hanno smentito di aver deferito una clandestina ivoriana di 25 anni che lo scorso 5 marzo ha partorito al nosocomio partenopeo. La direzione sanitari dell'ospedale ha spiegato che dopo il parto era necessaria una dichiarazione di nascita del bambino, ma la madre non aveva con se documenti validi. A quel punto i medici hanno chiesto alla polizia l'identificazione.

 

La protagonista della vicenda, resa nota mercoledì da "La Repubblica", è in Italia da due anni, da quando un commando di uomini delle "milizie governative" della Costa d'Avorio hanno ucciso suo marito. Giunta in Italia ha chiesto lo status di rifugiata politico che non ha ancora ottenuto. Il 5 marzo ha partorito all'ospedale Fatebenefratelli di Napoli. Ma per una decina di giorni la ragazza non ha avuto alcun contatto con il figlioletto.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo il parto, infatti, i medici hanno chiesto i documenti alla donna, che ha fornito la fotocopia del passaporto e la richiesta di soggiorno ormai scaduta. Il piccolo è stato dimesso con la madre solo all'undicesimo giorno, quando la Questura di Napoli ha confermato l'identità della 25enne che vive nel quartiere napoletano di Pianura.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -