Napoli, ritrovato lo stemma profugato dalla tomba di Totò

Napoli, ritrovato lo stemma profugato dalla tomba di Totò

NAPOLI - Recuperato dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Napoli in una zona di campagna lo stemma nobiliare della cappella funebre di Totò, rubato nella notte del 31 maggio durante un raid all'interno del cimitero del Pianto a Poggioreale. Oltre allo stemma, nascosto in un terreno da diversi rami, erano presenti anche oggetti sacri, alcuni in marmo. Probabilmente gli oggetti ritrovati possono appartenere ad altre tombe colpite dai raid, tra cui anche quella di Enrico Caruso.

 

Le profanazioni sono state compiute in uno dei più antichi cimiteri di Napoli, tristemente noto per il suo degrado e la sporcizia. Qui risiedono anche altri celebri partenopei, come Eduardo Scarpetta e Nino Taranto. Amareggiata Liliana De Curtis, figlia del celebre Totò, che ha annunciato nei giorni scorsi a malincuore di chiudere la cappella e cambiare la serratura. Anche il sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino, ha espresso "estremo dispiacere" per quanto avvenuto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -