Napoli, uccide il padre a coltellate dopo litigio in famiglia

Napoli, uccide il padre a coltellate dopo litigio in famiglia

Napoli, uccide il padre a coltellate dopo litigio in famiglia

NAPOLI - Sciagura familiare ad Acerra, in via Caporale, dove un giovane di 21 anni, F.B. le sue iniziali, ha ucciso con quattro coltellate il padre quarantaduenne al culmine di una lite. L'episodio si è consumato lunedì sera. La vittima era tornato a casa ubriaco, come accadeva ultimamente. Quindi ha iniziato a litigare con la moglie davanti al figlioletto di 15 mesi. Dal piano superiore gli altri due figli, rispettivamente di 21 e 17 anni, hanno sentito le urla, scendendo in cucina.

 

Il ventunenne ha tentato di dividere i genitori. Nella concitazione ha poi afferrato un coltello da cucina e ha colpito il padre, uccidendolo. Il ragazzo si è dileguato, occultando il coltello in un tombino vicino casa. Po in piazza Castello è stato avvicinato da alcuni conoscenti per aiutarlo. Gli uomini dell'Arma lo hanno arrestato, in piazza. Il 21enne si è mostrato collaborativo, anche se in stato confusionale. Ora è in stato di fermo con l'accusa di omicidio volontario.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -