Napolitano a L'Aquila: ''qui per dovere e sentimento''

Napolitano a L'Aquila: ''qui per dovere e sentimento''

Napolitano a L'Aquila: ''qui per dovere e sentimento''

L'AQUILA - "Sono qui per dovere, per sentimento e anche per ringraziarvi per tutto quello che state facendo". Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano,in visita nelle aree terremotate dell'Abruzzo, si è rivolto così ai Vigili del Fuoco che si trovavano nella scuola della Guardia di Finanza di L'Aquila. "È uno sforzo di efficienza e di generosità straordinari nell'ambito delle organizzazioni dello Stato e della mobilitazione dei cittadini", ha aggiunto.

 

All'inizio della sua visita in Abruzzo il capo dello Stato aveva voluto tributare un omaggio privato alle 278 salme disposte nella caserma della Guardia di Finanza di Coppito. Napolitano è rimasto profondamente commosso dalla compostezza del dolore delle famiglie. Toccante il momento in cui il Capo dello Stato si è soffermato sulle bare bianche dei bambini e dei giovani. All'uscita ha incontrato i familiari delle vittime, ascoltando i loro racconti.

 

Napolitano si è poi intrattenuto per circa un'ora nel centro di coordinamento che la Protezione civile ha allestito nella scuola allievi ispettori della Guardia di finanza all'Aquila. Uscendo dalla palazzina, accompagnato da Bertolaso, ha stretto la mano a una decina di uomini che in questi giorni si sono adoperati nei soccorsi.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Capo dello Stato ha raggiunto la Casa dello Studente, in via XX settembre, dove sono morti diversi giovani nel crollo della palazzina. Qui si è intrattenuto per alcuni minuti con i vigili del fuoco che stanno ancora scavando per cercare altri eventuali corpi di giovani rimasti sotto le macerie. Dopodichè si è recato ad Onna, il borgo dell'Aquila che conta 39 vittime su 300 abitanti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -