Napolitano: "L'Unità nazionale è un principio che devono rispettare tutti"

Napolitano: "L'Unità nazionale è un principio che devono rispettare tutti"

Napolitano: "L'Unità nazionale è un principio che devono rispettare tutti"

REGGIO EMILIA - Rispettare la Repubblica, l'Unità del paese e i suoi simboli: è questo il messaggio che il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha lanciato da Reggio Emilia aprendo le celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia. Un discorso accorato, nel giorno in cui il presidente sarà anche in Romagna: prima a Forlì e poi domani pomeriggio a Ravenna. "Dato che nessun gruppo politico ha mai chiesto una revisione dei principi fondamentali della Costituzione - ha detto il presidente -, è pacifico che c'è l'obbligo di rispettarli. E tra questi principi c'è il rispetto del tricolore".

 

Napolitano ha anche ricordato che la bandiera nazionale e il suo valore sono sanciti dall'articolo 12 della Costituzione. Per cui "comportamenti dissonanti non corrispondono alla fisionomia e ai doveri di forze che abbiano ruoli di rappresentanza e di governo".

 

Il Capo dello Stato ha lanciato un monito anche alle forze che governano il Paese. Il presidente ha voluto rivolgersi "a forze politiche che hanno un significativo ruolo di rappresentanza democratica sul piano nazionale, e lo hanno in misura rilevante in una parte del Paese" quando ha spiegato che "il ritirarsi o il trattenere le istituzioni dall'impegno per il centocinquantenario, che e' impegno a rafforzare le condizioni soggettive di un'efficace guida del Paese, non giova a nessuno".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -