Nervegna (PdL) attacca RomagnaOggi. La nostra replica

Nervegna (PdL) attacca RomagnaOggi. La nostra replica

RomagnaOggi.it ha subito oggi un attacco da parte del consigliere comunale del PdL di Forlì Antonio Nervegna. Gli attacchi, in verità sono stati molteplici e indirizzati a più soggetti, ma proprio perché le sedi di risposta più appropriate sono molteplici, ci limitiamo a rispondere per quanto riguarda questa testata. Lo facciamo con un pizzico di orgoglio, anzitutto: i "vecchi" del giornalismo dicono che un giornale è veramente autonomo non quando riceve silenzi, ma quando riceve uguali bordate da destra e sinistra. Questo perché vuol dire che è temuto, che dietro ha la forza invisibile di migliaia di lettori. Tutto questo diventa una patente di autorevolezza. E quindi ringraziamo Nervegna che oggi ci ha dato un'ulteriore patente, possiamo guidare da soli come dei neo-diciottenni, promossi alla maggiore età anche se in verità abbiamo solo sei anni. Ma, si sa, il tempo su internet corre molto più velocemente.

 

E un po' di telefonate infuocate ce le siamo incassate da sinistra, da centro  e da destra. Ora che abbiamo completato il quadro con Nervegna possiamo veramente dire di essere un giornale autorevole. Ma forse è inutile che lo diciamo noi di noi stessi, il giudizio spetta ai lettori, tutto il resto è "cantarsela e suonarsela". Nervegna ha attaccato questo giornale sostanzialmente perché si sarebbe "accaparrato convenzioni e pubblicità di enti territoriali" a non finire. Ma se RomagnaOggi.it non gode neppure della cosiddetta pubblicità legale, cioé di quegli avvisi pubblici a pagamento, obbligatori per legge, di istituzioni e tribunali che a rotazione vengono pubblicati sui quotidiani cartacei! Il resto delle "convenzioni" vorremmo proprio capire quali sono perché nei nostri registri non vi è traccia.

 

Nervegna ci attacca poi perché lui "non ha speso un euro per la pubblicità su Romagnaoggi e invece Bartolini (il suo rivale nel Pdl, ndr) ha pubblicato inserzioni continue da novembre 2009 a marzo 2010". Un politico di così lungo corso come Nervegna non può non sapere che la pubblicità elettorale, per legge, è offerta allo stesso prezzo a tutti i contendenti di una competizione elettorale e che se lui avesse voluto fare pubblicità su RomagnaOggi non solo avrebbe avuto lo stesso trattamento di Bartolini, ma in alcun modo RomagnaOggi avrebbe potuto rifiutargliela e questo sempre per legge, oltre che per una banale regola di mercato a cui tutti sottostiamo. Molto semplicemente Bartolini ha ritenuto interessante promuoversi tra i lettori della nostra testata, mentre Nervegna no. Sono libere scelte comunicative. Alcuni ci avevano perfino chiesto l'esclusiva. Qualcuno potrebbe dire che evidentemente la scelta comunicativa migliore l'ha imbroccata Bartolini, ma non è certo una valutazione che spetta a noi, perché per noi gli inserzionisti sono tutti uguali, la pubblicità non la regaliamo ma la vendiamo forti di una attestazione indipendente del numero dei nostri lettori da parte di Google. Tra le tante aziende che in Italia vivono così, cioé di pubblicità commerciale (per il resto è l'unico nostro introito, come si sarà notato siamo un giornale gratuito e non godiamo di sovvenzioni pubbliche), ne citiamo solo una, e si chiama Mediaset.

 

Negli ultimi giorni abbiamo scritto un articolo sullo stallo nel PdL locale per la vicenda eolico, una riflessione a cui hanno contribuito tanto Bartolini quanto Nervegna. Voce all'uno e voce all'altro, come ha sempre fatto RomagnaOggi.it e come continuerà a fare, anche con il consigliere Nervegna.

Commenti (15)

  • Avatar anonimo di manVel
    manVel

    Paolo1: sono un elettore del centrodestra e teoricamente dovrei essere un assiduo lettore di RomagnaNoi e della 'Voce'. Ma preferisco RomagnaOggi di gran lunga perché a me piace leggere le notizie in maniera obiettiva. Poi sta a me farmi un'idea e dare un giudizio, volendo, tramite i commenti. ps: credo che Schietto abbia colto nel segno col suo ultimo commento. Quoto in pieno.

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    @schietto scusa disturbatore sarai tu sono intervenuto nuovamente quando son stato tirato in ballo da te e dagli altri commentatori mi sembra NORMALE replicare a chi mi attacca piuttosto è palesemente Off Topic e anormale che tu e gli alti abbiate commentato il mio commento e non l'articolo in se. Ho ripetuto pezzi di altri commenti perchè evidentemente qualcuno non ha capito o ha fatto finta di non capire. Non ho legami ne col "risorante" in questione ne con altri, per dirla come ti esprimi tu, queste sono solo tue insinuazioni. Tu hai rapporti con RO? Tanto meglio se non ci sono più filtri, anche se certe notizie rimangono ben chiuse a possibili commenti (scelta editoriale). Ps quando sei sul sito che citi leggi bene il titolo! RO fa solo cronaca locale? a si? da rimini a bologna passando per 25ore, gossip, cna news ecc. non mi pareva

  • Avatar anonimo di schietto
    schietto

    Continuo a sostenere che RomagnaOggi dà troppo spazio al disturbatore di turno, al finto commentatore "qualsiasi" che è sempre ben identificabile. Ma anche questo va a merito ancora una volta di Romagnaoggi che lascia parlare proprio tutti. Già il fatto che Paolo1 continui a ripetere a macchinetta le stesse cose senza filtri è la miglior risposta alle accuse di censura. D'altra parte mi sembra di capire che più parla più si squalifica, anche a leggere i commenti qui sotto. Paolo1E' intervenuto ben 7e volte... 7! ora, la metto in metafora... Se uno va in un ristorante e mangia male, che fa? Protesta, se ne va e non torna più. Questa è la reazione di una persona normale. Chi è che torna al ristorante per dire agli altri clienti "ehi qui si mangia male"? E chi lo fa per ben sette volte? Vai magari a pensar male che forse è il ristoratore vicino che, se si riduce a fare queste cose, forse si mangia peggio da lui? Non lo so... La cosa è molto semplice, se non ti piace questo sito, Paolo1, vai in altri siti, tanto più che mi sembra di capire che hai pure l'alternativa (ps l'ho guardato, ma mi si è aperto un altro sito che si chiama quotidiano del nord, non so cosa c'entri nel paragone con romagnaoggi che fa cronaca locale...) Sola una cosa chiedo: di non aver scatenato l'ottavo commento...

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    @caterina sforza forse non hai capito. la censura era riferita ai miei commenti non inseriti. come ho scritto nel messaggio 4 "Il successo semmai e dovuto ai commenti che generano molti più accessi, questo è sicuamente un merito di RO, quando non si mettono bavagli alla critica. Per quanto riguarda le notizie che non vengono riportate si può anche parlare di scelta "editoriale" ma il fatto che non si possa nemmeno criticare come nel caso che ho citato, non depone favore di RO soprattutto quando fa il paladino contro i bavagli a livello nazionale

  • Avatar anonimo di caterina sforza
    caterina sforza

    Vivo su questa terra e so che i giornali che campano solo di pubblicità hanno sicuramente dei limiti. Ecco perché quando si spara sul servizio pubblico io mi arrabbio perché il populismo imperante di questa epoca storica è davvero nocivo e desolante. Nonostante tutto, mi sembra che non ci sia la censura di cui parli perché qui si legge tutto o quasi tutto quello che si legge sui giornali blasonati che prendono luati contributi pubblici. E poi mi verrebbe da dirti vai su Sestopotere se lo preferisci. Secondo me lì ti sentivi troppo solo ecco perché vieni su Ro

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    Aggiungo poi una cosa, se fossero aperti i commenti all'altra notizia https://www.romagnaoggi.it/forli/2010/7/26/167697/, che sono stati disabilitati come spesso putroppo ultimamente succede, avrei anche criticato Nervegna per le sue accuse di conflitto di interessi che venendo da un esponente PDL non hanno prorio ragion d'essere, come avrei commentato questo articolo se vi fosse stata la possibilità https://www.romagnaoggi.it/forli/2010/7/26/167697/

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    @manvel da come commenti ti facevo più lettore assiduo di romagnanoi.it @caterina sforza Bhe sai visto che dopo 2 ore il commento non era stato pubblicato e altre notizie erano state commentate da altri lettori, mi aspettavo che avesse fatto la stessa fine degli altri riguardanti il caso che ho citato. Nei messaggi non pubblicati chiedevo solo la motivazione per cui in concomitanza di certe udienze, che sulla stampa locale avevano grande risalto (prima pagina), su romagna oggi non compariva mai nulla. se fai una ricerca sullo storico ti renderai conto anche tu che sull'imprenditore in questione sono stati scritti meno di 5 articoli sul procedimento penale in cui è inputato e condannato in primo grado. Questo secondo me non è un comportamento trasparente ma censorio. Come anche ho contestato la pubblicazione di certe fotografie fatte durante gli incidenti stradali poco rispettosi Ho anche scritto che il commento 2 perde di significato alla luce della pubblicazione del primo ma nessunissima smentita di quello che ho detto, le censure indegne del passato ci sono state eccome.

  • Avatar anonimo di caterina sforza
    caterina sforza

    Che bella smentita per Paolo1 Forse si aspettava che Romagna Oggi avrebbe censurato il suo commento (gli altri li avranno cancellati perché impubblicabili immagino). Invece eccolo qua. Hai voglia ora di dire che questo giornale non è aperto e trasparente. Bravi Ro grande manifestazione di coraggio!

  • Avatar anonimo di manVel
    manVel

    @Paolo1: io a differenza di Schietto sestopotere invece lo conosco, e da parecchi anni. E' per questo motivo che sono diventato un assiduo lettore di Romagnaoggi

  • Avatar anonimo di schietto
    schietto

    Leggo spesso e volentieri Romagna Oggi. Lo trovo completo e fatto con equilibrio. E confermo che ci vedo una grande apertura alle diverse opinioni e una grande tempestività sulle notizie di cronaca (mi guardo sempre le galleria fotografiche che mi sembrano un servizio azzeccatissimo e che non esiste sui giornali di carta). Non conoscevo questo setopotere.com che cita Paolo1, me lo andrò a leggere, anche se un nome che mi incute un po' di timore...

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    Il mondo è bello perchè è vario, rispetto il tuo giudizio ma il mio è differente. Per" apertura" cosa si intende ? avere a disposizione le notizie gia stampate dai quotidiani la mattina e poter dare in anteprima quelle che gli stessi quotidiani pubblicheranno il giorno dopo? Questa è la prorogativa di internet non di RO, come dicevo sesto potere dal 1999 fa questo servizio ben prima che nascesse questa testata. Il successo semmai e dovuto ai commenti che generano molti più accessi, questo è sicuamente un merito di RO, quando non si mettono bavagli alla critica. Più di una volta i miei legittimi commenti non sono stati inseriti, altro che coda di paglia. Grazie comunque per aver inserito il commento 2, a questo punto è superato il commento 2

  • Avatar anonimo di stefano
    stefano

    Devo dire che non sono affatto d'accordo con Paolo1. Romagna Oggi ha una apertura che i quotidiani locali si sognano ed è l'unico organo d'informazione locale che da spazio in egual modo a tutti. Certe recriminazioni sanno molto di coda di paglia...

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    devo dare ragione a Nervegna sulla poca obiettività di RO. il commento probabilmente ritenuto scomodo del sottoscritto non pubblicato

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    Un fondo di verità in quello che dice Nervegna riguardo a RO c'è. E mi riferisco al modo con cui certe notizie non vengono assolutamente riportate come quelle riguardanti un grande sponsor della testata imputato un un procedimento penale da 5 anni ormai. Su di lui e sull'inchiesta che lo riguarda questo "giornale" ha scritto meno di 5 articoli. Molti commenti del sottoscritto sono stati anche censurati, o i commenti a quelle notizie sono stati stranamente chiusi. Questo è un comportamento classico di chi fa impresa e Di Miao col suo 35% di azioni del quotidiano (Fonte RO del 25 maggio 2010 https://www.romagnaoggi.it/forli/2010/5/25/162094/) ha tutto l'interesse di farlo. Io francamente ho sempre preferito sestopotere.com a RO proprio per questi motivi oltre al fatto che era gia presente online (1999) quando RO non era ancora nata (2003)

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -