Neve a Forlì, Ragni (PdL): "Comune inadempiente per accesso a bus e luoghi pubblici"

Neve a Forlì, Ragni (PdL): "Comune inadempiente per accesso a bus e luoghi pubblici"

Neve a Forlì, Ragni (PdL): "Comune inadempiente per accesso a bus e luoghi pubblici"

FORLI' - "Inaccessibili causa ghiaccio e neve mai rimossa le pensiline del bus. Neve e ghiaccio che ostacolavano l'accesso di alcune scuole pubbliche, rastrelliere per bici sepolte dalla neve,  gli accessi a palazzi e strutture simbolo della città di Forlì (come l'aeroporto e il teatro Diego Fabbri) che martedì sono stati letteralmente resi irraggiungibili dalla neve scivolosa e l'elenco potrebbe continuare. Domanda: perché il comune è intervenuto tardivamente soltanto martedì nel tardo pomeriggio e in alcuni casi solo in nottata?". A porsi l'interrogativo è Fabrizio Ragni, consigliere comunale del PdL di Forlì che ha accusato il Sindaco Roberto Balzani e la sua "inutile e patetica sceneggiata" delle foto pubblicate dal sito Facebook  alle prese con una pala mentre rimuove la neve dal giardino di casa, chiedendo ai forlivesi di fare altrettanto.

 

>IL REPORTAGE FOTOGRAFICO DELL'ASSESSORE RAGNI

 

"Il sindaco-professore  non perde occasione per impartire lezioni ai forlivesi - ha ironizzato Ragni - ma vista la sua conclamata incapacità gestionale la smetta di salire sul pulpito e si preoccupi di amministrare al meglio la città, cosa che nei due episodi di emergenza neve non è accaduta". E Ragni, in particolare , ha realizzato un reportage fotografico che "ben documenta lo stato di  precarietà di accesso alle arterie ed  agli spazi pubblici cittadini".

 

"Ieri (martedì, ndr) mattina - ha raccontato il consigliere comunale del Pdl - molte signore, anche di una certe età, mi hanno confidato l'immane difficoltà ad accedere ai mezzi pubblici, con tutte le pensiline coperte da neve e ghiaccio. Perché quello spiritoso del sindaco non è intervenuto personalmente a rimuoverlo con il suo fidato badile? Perché non sono entrati in azione gli addetti del Global Service?"

 

"Sappia il sindaco Balzani - ha chiosato Ragni - che i cittadini che dovessero subire incidenti a causa delle disagiate e mal conservate vie di accesso ai servizi pubblici della città potranno chiedergli spiegazione e lui stesso dovrà comunque rispondere ai sensi di legge e, se il caso, sarà chiamato a risarcire il danno (molte persone scivolate sul ghiaccio e fratturatesi  nella giornata  del 22 dicembre hanno già annunciato che ricorreranno alle vie legali per il mancato intervento dell' amministrazione comunale). Un'ipotesi che non tranquillizza e che comunque la dice tutta sull'incapacità gestionale di questa amministrazione di sinistra", ha concluso Ragni.


Commenti (2)

  • Avatar anonimo di pasta
    pasta

    Sì, d'accordo, ma come detto sull'altro articolo riguardo le lamentele di Nervegna: o che si pretende che si fa ?? mettiamo l'esercito a spalare la neve ?? dove sono le persone per far fare questi lavori ? Anche se ci fossero il doppio del personale e dei mezzi, è praticamente impossibile pretendere la pulizia di marciapiedi e piste ciclabili..... Ma poi visto che c'è tutta questa crici.... chi pagherebbe il tutto ??

  • Avatar anonimo di benpensante
    benpensante

    In effetti stamattina ho fatto una passeggiata dalle parti di via corrdoni ,via medaglie d'oro viale spazzoli e bolognesi nonchè piazzale della vittoria e un po di corso della repubblica.Quindi non i posti periferici tipo via stellatina.La situazione era semplicemente vergognosa,i marciapiedi non puliti e le ciclabili piene di acqua e neve ma ,di fatto,piu' sicure dei marciapiedi.Di solito la gente cade camminando,per cui non pulire i marciapiedi e le ciclabili è stata una scelta pericolosa visti anche i prcedenti al pronto soccorso di dieci giorni fa.Fortunatamente nel pomeriggio si è alzata la temperatura,ma non è sperando nel cielo che si fa la Politica a favore dei cittadini.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -