Neve e piogge in Emilia Romagna, si tirano le prime somme

Neve e piogge in Emilia Romagna, si tirano le prime somme

Neve e piogge in Emilia Romagna, si tirano le prime somme

Si tirano le prime somme dopo l'intensa ondata di maltempo che ha colpito l'Emilia Romagna con neve, pioggia, vento forte e mare molto mosso o localmente agitato. Fino a mercoledì pomeriggio è nevicato intensamente sulle province di Bologna, Ravenna, Forlì e Rimini. Sui crinali dell'Appennino romagnolo e in Alta Valmarecchia sono caduti in media 60 centimetri di neve, causando disagi diffusi alla viabilità. Con l'attenuazione delle precipitazioni è migliorata la viabilità.

 

VIABILITA' - Sull'A14 Bologna-Taranto e sull'A1 Milano-Napoli sono stati rimossi i blocchi temporanei dei mezzi pesanti che mercoledì mattina avevano interessato il nodo di Bologna, con lunghi incolonnamenti tra Parma e il capoluogo felsineo sull'autosole e tra il nodo di Bologna e Imola sull'A14 che hanno acceso non poche polemiche. Sta lentamente tornando alla normalità anche la situazione di fermo dei veicoli sull'E45m sempre a causa delle forti nevicate.

 

LA SITUAZIONE A CESENATICO - Le piogge intense dei giorni scorsi e il maltempo delle ultime ore, associato a un mare molto mosso, con onde superiori a 4 metri, hanno provocato il mancato deflusso delle acque e l'innalzamento del livello di canali e fossi. Questa situazione ha determinato l'allagamento di una vasta zona nell'entroterra di Cesenatico. In particolare sono state evacuate 12 persone e 60 famiglie risultano al momento interessate dagli allagamenti.

 

I punti critici sono via Canale Bonificazione vicino al depuratore, colpito dall'allagamento, le vie Montaletto Viola e Arno nel quartiere Madonnina e la zona di Villamarina. Sono al lavoro squadre di volontari e tecnici dell'Agenzia regionale di Protezione Civile insieme ai vigili del fuoco e a personale del Comune e del Consorzio di Bonfica, supportati dall'attrezzatura specialistica arrivata dal Cerpic di Tresigallo, centro regionale di pronto intervento idraulico della protezione civile (due motopompe da 180 litri /secondo e 2 pompe da 80 litri/secondo fornite dal coordinamento provinciale del volontariato di protezione civile di Forlì-Cesena).

 

BLACKOUT - Dalla tarda serata di martedì ci sono state interruzioni all'erogazione della corrente elettrica a causa dalle forti nevicate in 30 Comuni nelle province di Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini e Bologna. Squadre dell'Enel, provenienti anche da altre regioni, stanno lavorando per ripristinare l'erogazione nel più breve tempo possibile.

SMOTTAMENTI - Dissesti idrogeologici diffusi hanno colpito la viabilità regionale in queste ore, causando anche interruzioni; in particolare si registrano disagi nel riminese sulla provinciale SP69 al confine con la Repubblica di San Marino.

ALLAGAMENTI - Ci sono stati allagamenti localizzati a Lido di Classe, nel ravennate, dove sono al lavoro tecnici del Consorzio di Bonifica.Dalla scorsa notte sono impegnati sul territorio una sessantina di volontari di protezione civile dei coordinamenti provinciali di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini, dotati di attrezzature e kit specialistici.

 

PREVISIONI - E' previsto un graduale miglioramento, con piogge deboli e residue nelle zone appenniniche della Romagna. Per l'assessore regionale Paola Gazzolo "questa situazione conferma la capacità di risposta del sistema regionale alle situazioni di rischio e dimostra ancora una volta la necessità di una più attenta politica da parte del Governo nell'erogazione di fondi destinati alla protezione civile per la gestione delle emergenze, che da anni a questa parte sta subendo drastici tagli".


Neve e piogge in Emilia Romagna, si tirano le prime somme

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -