No ad aborto ed eutanasia: nuovo monito dei vescovi

No ad aborto ed eutanasia: nuovo monito dei vescovi

No ad aborto ed eutanasia: nuovo monito dei vescovi

Nuovo attacco della Chiesa contro le interruzioni di gravidanza. L'aborto non e' risposta valida a gravidanza inattesa e esistenza infelice ma costituisce una ferita perenne. E' quanto affermano i vescovi nel Messaggio per la Giornata nazionale della vita che si celebra il prossimo primo febbraio 2009. ''Talune donne, spesso provate da un'esistenza infelice - si legge nel messaggio della Cei - vedono in una gravidanza inattesa esiti di insopportabile sofferenza''.

 

I vescovi italiani spiegano di voler "ribadire con serenità, ma anche con chiarezza che si tratta di risposte false: la vita umana è un bene inviolabile e indisponibile, e non può mai essere legittimato e favorito l'abbandono delle cure, come pure ovviamente l'accanimento terapeutico, quando vengono meno ragionevoli prospettive di guarigione. La strada da percorrere è quella della ricerca, che ci spinge a moltiplicare gli sforzi per combattere e vincere le patologie e anon abbandonare mai la speranza''.

 

Parlando della pratica dell'aborto, quindi, i vescovi della Cei osservano come "talune donne, spesso provate da un'esistenza infelice vedono in una gravidanza inattesa esiti di insopportabile sofferenza".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In questi casi, "quando la risposta è l'aborto viene generata ulteriore sofferenza, che non solo distrugge la creatura che custodiscono in seno, ma provoca anche in loro un trauma, destinato a lasciare una ferita perenne".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -