No alla dieta mediterranea, è l'Italia delle 'cattive abitudini'

No alla dieta mediterranea, è l'Italia delle 'cattive abitudini'

Italiani divisi su politica o calcio, ma le 'cattive abitudini' mettono tutti d'accordo. Almeno secondo il Rapporto Osservasalute 2008, giunto alla sesta edizione, che ha scattato una 'fotografia' ben dettagliata dello stato di salute e della qualità dell'assistenza sanitaria nel nostro paese. Una ricerca che è stata presentata martedì presso il policlinico Gemelli di Roma.

 

Ma quali sono le cattive abitudini a cui gli italiani non sanno rinunciare? Alimentazione sbagliata, passione per aperitivi alcolici, 'allergia' allo sport e ovviamente il vizio del fumo.

 

L'Italia sembra proprio spaccata in due, almeno secondo i dati forniti dal Rapporto: i ricercatori hanno infatti sottolineato come le regioni del mezzogiorno spendano molto del loro Prodotto interno lordo per l'assistenza sanitaria, mentre al Nord la totalità delle risorse viene utilizzata in maniera più razionale. Per fare qualche esempio, addirittura l'11% delle risorse regionali molisane vengono utilizzate per l'assistenza sanitaria, percentuale che scende al 9% in Calabria e addirittura al 5% in Lombardia. Sintomo che, evidentemente, le 'cattive abitudini' pesano sostanzialmente sull'economia regionale e quindi del Paese stesso.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per non parlare dell'alimentazione sbagliata o sregolata, che nel paese considerato 're' della dieta mediterranea suona quasi come una bestemmia: secondo il Rapporto gli italiani non sanno resistere a snack, stuzzicherie e aperitivi alcolici, che contribuiscono (insieme all'allergia alla pratica sportiva) in maniera sensibile ad aumentare uno dei problemi più 'attuali' legati all'alimentazione, e cioè quello dell'obesità.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -