Nocera Inferiore, falsa infermiera rapisce neonato. E' caccia alla donna

Nocera Inferiore, falsa infermiera rapisce neonato. E' caccia alla donna

Nocera Inferiore, falsa infermiera rapisce neonato. E' caccia alla donna

SALERNO - Rapito neonato circa tre ore dopo esser venuto alla luce. E' successo lunedì all'ospedale "Umberto I" di Nocera Inferiore, in provincia di Salerno. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, una donna è entrata nel nosocomio con l'obiettivo di prendere neonato. Per riuscirci si è travestita da infermiere. I suo gesti sono passati del tutto inosservati, a tal punto da non destare alcuna sorpresa. Tracciato un identikit della donna: capelli scuri e occhiali.

 

Sui 25-30 anni, con addosso il tradizionale camice da infermiera, la giovane è entrata nella stanza della madre del piccolo, A.F., impiegata come ragioniera, che da poche ore divenuta mamma di Luca. La falsa infermiera ha scambiato qualche parola con la sorella della neomamma. Poi ha preso il neonato dalla culla, spiegando di doverlo portare in pediatria. Quando la madre ha chiesto di vedere il piccolo al personale medico si è scoperto il dramma.


Subito è stato dato l'allarme. Sull'episodio stanno indagando la Squadra mobile della questura di Salerno e il commissariato di Nocera. L'ospedale, dove è giunto anche il questore Vincenzo Roca, è stato presidiato da un ingente spiegamento di forze dell'ordine. Gli investigatori stanno dando la caccia ad una vecchia Fiat di colore verde: con la ladra di bimbi anche una sua complice. Il capo della polizia, Antonio Manganelli, ha inviato gli uomini dello Sco per coadiuvare chi è già impegnato nelle indagini. 

Le indagini sono coordinate dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore. Sul posto, anche diversi investigatori dei carabinieri. Bloccati temporaneamente i convogli ferroviari ed istituiti posti di blocco all'ingresso della A3 e della A30. Il papà, F.C., è maresciallo dell'esercito appartenente alla brigata Garibaldi, attualmente impegnato in missione in Libano, era rientrato in Italia per la nascita del bimbo. Al momento del sequestro si trovava a casa per accudire il primo figlio della coppia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -