Nocera Inferiore, ritrovato il neonato rapito. Arrestata una 42enne

Nocera Inferiore, ritrovato il neonato rapito. Arrestata una 42enne

Il piccolo Luca che era stato rapito

SALERNO - Ha un lieto fine la storia del piccolo Luca Cioffi, il neonato rapito lunedì pomeriggio nell'ospedale ‘Umberto I' di Nocera Inferiore (Salerno) da una donna. Il padre, Fabio Cioffi (maresciallo dell'Esercito appena tornato da una missione in Libano proprio per stare vicino alla moglie e all'altro figlio), ha dato la buona notizia: "Me l'hanno riportato in ospedale". Gli uomini della Squadra Mobile di Salerno e dello Sco hanno arrestato la rapitrice.

 

Luca è stato ritrovato in casa di un'infermiera a Nocera Inferiore. Le forze dell'ordine avevano controllato due abitazioni vicine all'ospedale "Umberto I". Un'ora prima, al commissariato della cittadina salernitana, la svolta, con l'arrivo di una dottoressa. Si chiama Annarita Bonocore, 42 anni. Gli uomini della squadra mobile di Salerno e dello Sco hanno fatto irruzione nel suo appartamento, al settimo piano di un edificio, e hanno salvato il bambino.

 

La donna, che avrebbe problemi psicologici, ha due figli: una ragazza di 19 anni e un maschio di 11. Lunedì aveva preso un giorno di ferie. La donna, molto sicura di sé, era entrata verso le 13.30 nella cameretta di Annalisa Fortunato, madre del piccolo Luca, agendo con estrema tranquillità, e scambiando anche qualche parola con la sorella della neomamma. Poi ha preso il neonato dalla culla, spiegando di doverlo portare in pediatria.

 

Dopo un'ora e mezzo circa, la signora Fortunato, si è insospettita per la prolungata assenza del figlioletto. Subito è emersa la drammatica realtà. Allertate le forze dell'ordine, gli agenti del commissariato di Nocera Inferiore hanno avviato le indagini del caso in collaborazione del personale dello Sco, effettuando un identikit della rapitrice. Dopo la diffusione dell'identikit della donna, una persona ha chiamato alla trasmissione "Chi l'ha visto?" dicendo di aver riconosciuto nella donna una infermiera di Salerno. E' la presunta svolta.

 

Il piccolo Luca, tre chili e mezzo, è stato infatti ritrovato in casa di un'infermiera a Nocera Inferiore, una donna che presta servizio all'ospedale Cardarelli di Napoli. Per la donna sono scattate le manette. La folla all'esterno dell'Umberto I ha applaudito il ritorno del piccolo. Il padre Fabio ha esultato: "Grazie a tutti, grazie a tutti".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -