Nola, libero l'imprenditore rapito

Nola, libero l'imprenditore rapito

Nola, libero l'imprenditore rapito

NAPOLI - Fine dell'incubo. Si è concluso positivamente il sequestro di Antonio Buglione, l'imprenditore rapito domenica sera nel Nolano da un commando armato. Secondo i primi accertamenti, il 59enne è riuscito a liberarsi da solo, raggiungendo con mezzi di fortuna l'abitazione di un suo conoscente a Marigliano. Da lì ha chiesto aiuto al 112. Buglione è stato portato alla caserma di Castello di Cisterna per esser interrogato. La famiglia non ha commentato l'accaduto.

 

Buglione era stato sequestrato mentre stava rientrando a casa sua a Saviano dopo aver trascorso un paio d'ore al bar in compagnia di alcuni amici. Nel cuore della notte è arrivata una telefonata a casa di Carlo Buglione, fratello del rapito, con la quale si intimava alla famiglia di versare 5milioni di euro per riavere a casa il sequestrato. Nel frattempo i sequestratori lo tenevano segregato con una catena al collo in una serra delle campagne di Marigliano.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -