Notte Rosa, vai col liscio. L'assessore Melucci smorza le polemiche

Notte Rosa, vai col liscio. L'assessore Melucci smorza le polemiche

Notte Rosa, vai col liscio. L'assessore Melucci smorza le polemiche

"Il liscio alla Notte rosa c'è. Basta polemiche strumentali". L'assessore regionale al Turismo Maurizio Melucci replica alla affermazioni di Mirko Casadei a proposito del liscio e sottolinea: "Gli appuntamenti della Notte rosa sono giustamente decisi dagli enti locali e dalle categorie e prevedono diverse proposte di questo tipo. Il ruolo della Regione è certamente anche quello di preservare le tradizioni e la cultura delle sue genti e su questo orientare l'azione di governo, ma non quello di organizzare i concerti della Notte rosa".


L'assessore Melucci ricorda, tra l'altro, che "a Rimini, uno degli spettacoli di questo splendido evento che si terrà venerdì prossimo, vedrà sul palco l'Orchestra Borghesi e certamente non per volere della Regione, ma per la scelta di un comitato locale che ha deciso che quella proposta ben calzasse per gli ospiti della zona. Così come altri comitati turistici della costa hanno previsto appuntamenti con orchestre romagnole. Inoltre sabato 2 luglio, sempre all'interno del cartellone della Notte rosa, si svolgerà una nuova edizione del Gran Ballo Liscio alla Darsena di San Giuliano a Rimini. Da ultimo, proprio per dimostrare che vi è un'attenzione particolare alle nostre tradizioni, il 28 luglio è anche in programma l'iniziativa organizzata dal comune di Santarcangelo e da Casadei Sonora "Una vita in musica" e patrocinata dalla Regione Emilia-Romagna".


"Da ben tre anni l'orchestra Casadei ripete ai giornali la stessa cosa. Anche quest'anno - conclude l'assessore - Casadei orienta le polemiche verso la Regione, forse non trovando risposte dagli organizzatori. Da parte nostra, come Regione, non esprimiamo giudizi sugli artisti visto che l'organizzazione delle serate della Notte rosa non ci compete".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di luigia
    luigia

    Mirko casadei è l'ultimo che deve parlare di liscio (ovvero quello che cantava e suonava suo nonno). Ho avuto occasione di sentirlo una sera, l'ultima notte dell'anno di un po' di tempo fà, mi sono ripromessa di non andare più a un suo spettacolo. Per dovere di informazione a chi leggerà, io adoro il liscio, frequento una scuola di ballo di liscio e faccio parte di un gruppo che è appena tornato dall'estero dove eravamo stati invitati ad esibirci per rappresentare la Romagna

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -