Novafeltria, controlli nei cantieri edili: 11 denunce, multe per 25mila euro

Novafeltria, controlli nei cantieri edili: 11 denunce, multe per 25mila euro

Novafeltria, controlli nei cantieri edili: 11 denunce, multe per 25mila euro

NOVAFELTRIA - Undici denunce, due impresari edili sanzionati, 24 violazioni penali contestate (2 amministrative), oltre 25mila euro di sanzioni. E' questo il bilancio di una serie di servizi di controllo svolti dai Carabinieri della Compagnia di Novafeltria e dal personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Rimini, coadiuvati da funzionari del Servizio di Ispezione del Lavoro della Direzione Provinciale di Rimini, in 9 cantieri edili nella valle del Marecchia.

 

LE MULTE - I militari hanno sanzionato in un cantiere di Sant'Agata Feltria due cesenati, un 35enne ed un 49enne, titolari delle ditte operanti, poiché hanno violato le norme per il contrasto del lavoro nero e per la promozione della sicurezza nei luoghi di lavoro. Nel corso dei controlli sono stati individuati 2 lavoratori in nero operare nel cantiere.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LE IRREGOLARITA' - Le undici denunce sono scattate per le irregolarità in materia di sicurezza sui loghi di lavoro. Gli uomini dell'Arma hanno contestato la mancanza di opere provvisionali, l'omessa assicurazione della viabilità all'interno del cantiere per le persone e i veicoli; l'inefficacia ancoraggio ponteggi; l'inadeguatezza dei parapetti di protezione delle scale; l'omesso allestimento delle mantovane; l'omessa verifica della idoneità tecnica delle imprese subappaltatrici; l'omesso accertamento sanitario dell'idoneità specifica alle mansioni; mancanza del dispositivo di protezione individuale; il mancato invio dei lavoratori dipendenti alle visite mediche previste dal programma di sorveglianza sanitaria; l'omessa installazione di idonee opere provvisionali atte ad evitare la caduta dei lavoratori.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -