Novafeltria, incontro a teatro con i cittadini della Valmarecchia

Novafeltria, incontro a teatro con i cittadini della Valmarecchia

NOVAFELTRIA - Il Teatro Sociale di Novafeltria è stato ieri sera la sede di un incontro con la cittadinanza sul tema del passaggio dei sette comuni dell'alta Valmarecchia nella Provincia di Rimini, con particolare attenzione all'intesa recentemente sottoscritta tra Regione Emilia Romagna e Regione Marche. A illustrare i termini dell'argomento erano presenti il Commissario Rosaria Cicala, Giancarlo Muzzarelli, Assessore allo sviluppo territoriale della Regione Emilia-Romagna, l'on. Bruno Solaroli, capo gabinetto del Presidente della Giunta della Regione Emilia- Romagna, Stefania Sabba, Assessore della Provincia di Rimini all'Alta Valmarecchia, e Alberto Rossini, dirigente al settore della Provincia di Rimini.

 

L'incontro, organizzato dal coordinamento dei sette comuni dell'alta Valmarecchia, ha visto la partecipazione di un centinaio di persone.

 

Nel suo intervento l'Assessore Sabba ha informato la platea circa gli ultimi aggiornamenti rispetto l'avanzamento dei diversi iter tecnici ed amministrativi legati al passaggio, sottolineando l'importanza di appuntamenti come questo "considerato che- ha sottolineato- non si tratta di gestire solamente accordi e protocolli d'intesa, ma di dare risposte quotidiane alla vita e elle situazioni delle aziende, delle associazioni, delle collettività, enti, delle persone che sul territorio in questione vivono e lavorano". Il punto di partenza obbligato è quello sull'attuazione del Protocollo d'intesa, firmato a "tempo di record" con la Provincia di Pesaro e Urbino, in data 28.12.2009, ove sono stati fissati i criteri generali di indirizzo per l'attuazione del passaggio delle competenze tra i due enti provinciali.

 

Dal 1 gennaio 2010 è ufficiale il passaggio delle competenze alla Provincia di Rimini, a tutti gli effetti, per la proprietà e la gestione delle strade provinciali comprese nei 7 Comuni distaccati (nonché dei depositi, degli edifici e dei mezzi necessari alla loro gestione). A tal fine, per intervenire concretamente sui tratti stradali così duramente colpiti anche dalle emergenze climatiche recenti, la Provincia di Rimini ha già messo in bilancio 300 mila euro di risorse proprie per la manutenzione ordinaria delle strade. Per quanto riguardo gli aspetti più tecnici, sono stati predisposti tutti gli atti necessari per la conclusione di numerosi, e complicati, procedimenti "ereditati" dalla Provincia di Rimini, come l'approvazione del PRG di Pennabilli in corso di definizione prima del passaggio, o a quello di S. Agata Feltria, per il quale gli uffici provinciali di Rimini hanno garantito collaborazione fattiva

 

Per l'Assessore Sabba "L'Amministrazione Provinciale di Rimini è ben consapevole che, sulla questione del passaggio dei sette comuni, si gioca la propria reputazione a livello non solo locale, essendo il nostro un vero e proprio laboratorio a livello nazionale. L'impegno nostro e degli Enti locali coinvolti è di assoluto livello, ma per farcela abbiamo bisogno che anche i livelli istituzionali sovraprovinciali facciano la loro parte, concretizzando materialmente i tanti impegni presi negli ultimi mesi. Sulla capacità di garantire pienamente a che la transizione sia agevole sia per i servizi che per i programmi pesa infatti enormemente la questione delle risorse economiche aggiuntive e del patto di stabilità. Sino a oggi abbiamo portato avanti il lavoro con le stesse, medesime disponibilità finanziarie e umane di una Provincia a 20 Comuni ed è chiaro che si tratta di una situazione non procrastinabile per lungo tempo. Dalle disponibilità delle risorse adeguate a un territorio che si è allargato di sette Comuni, 18 mila persone e servizi dipende infatti l'effettiva realizzazione di tutto quanto stiamo ogni giorno, con tanto lavoro, costruendo in maniera coordinata con tutti gli Enti locali coinvolti. Se sul capitolo degli stanziamenti e delle modifiche al patto di stabilità non avremo a breve le necessarie garanzie, attraverso l'approvazione in Parlamento degli emendamenti presentati in maniera bipartisan, si aprirebbe un serio problema".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -