Nube radioattiva, nessuna traccia di iodio nei cieli dell'Emilia Romagna

Nube radioattiva, nessuna traccia di iodio nei cieli dell'Emilia Romagna

L'esplosione alla centrale di Fukushima-2

BOLOGNA - In Emilia Romagna non è stata rilevata nella giornata di giovedì presenza di iodio radioattivo nell'aria nel giorno in cui è stato annunciato il transito della nube di Fukushima. E' quanto ha affermato Sandro Fabbri, direttore di Arpa Piacenza, che ha garantito come la strumentazione a disposizione dell'agenzia è molto efficace. Fabbri, all'Adnkronos, ha assicurato la popolazione, spiegando che la situazione è differente rispetto a quanto accaduto a Chernobyl.

 

Per il momento non c'è traccia di iodio nei cieli emiliano-romagnoli. "Se dovessimo rilevare delle variazioni - ha assicurato Fabbri - lo comunicheremo immediatamente all'Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, ndr) a Roma e alla Regione Emilia Romagna". Per il momento, ha aggiunto il direttore di Arpa Piacenza, non ha senso di assumere comportamenti diversi per esempio rispetto al cibo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -