Nuova influenza, due morti sospette nel Lazio

Nuova influenza, due morti sospette nel Lazio

Nuova influenza, due morti sospette nel Lazio

ROMA - Un ragazzo di 19 anni è deceduto nella nottata tra martedì e mercoledì all'ospedale Dono Svizzero di Formia. Il giovane, che soffriva di altre patologie, è giunto al nosocomio con i sintomi del virus della nuova influenza A/H1N1. I medici attendono l'esito degli accertamenti per stabilire se sia stato il virus la causa del decesso. A Latina, all'ospedale Santa Maria Goretti, è morta martedì una donna di 52 anni.

 

La vittima, che soffriva di diabete, è giunta nel pomeriggio con una grave crisi respiratoria. Ricoverata nel reparto di Malattie infettive, è stata trasferita in Rianimazione dove è deceduta poco dopo. I medici le hanno riscontrato i sintomi dell'influenza A ma la risposta ufficiale verrà dai test clinici inviati allo Spallanzani di Roma per la verifica.

 

E', invece, stazionaria la situazione stazionaria a Napoli e in Campania. All'Ospedale Cotugno sono sette i pazienti ricoverati nel reparto di rianimazione. Sono, invece, sei i casi gravi registrati in Veneto. In Puglia nella nottata tra martedì e mercoledì sono state ricoverate tre persone: si tratta di una donna di 58 anni, di un bambino di sei anni e di un giovane di 22 anni. Sono stabili le condizioni del bambino ricoverato a Siena. In Abruzzo i casi sono 26.

 

Nelle Marche ci sono al momento solo 12 ricoverati per influenza A; mentre in Friuli Venezia Giulia ci sono tre nuovi ricoveri, uno dei quali nel reparto Rianimazione, per l'influenza A-H1N1 a Pordenone. Restano gravi, ma stazionarie, le condizioni delle tre persone colpite dal virus e ricoverate alle Molinette di Torino. Sono ancora molto gravi le condizioni della donna di 47 anni, ricoverata nel reparto di rianimazione dell'ospedale San Martino di Genova.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -