Nuova Questura a Rimini. Ravaioli al ministro Amato: ''Basta attese''

Nuova Questura a Rimini. Ravaioli al ministro Amato: ''Basta attese''

Il sindaco di Rimini, Alberto Ravaioli (nella foto), ha scritto una accorata lettera al ministro dell’Interno Giuliano Amato sulla situazione della nuova sede della Questura di Rimini, già ultimata ma non ancora pronta dal punto di vista burocratico per essere occupata. Ravaioli chiede ad Amato una “iniziativa forte e attenta” per chiudere al più presto la vicenda. La comunità riminese, scrive Ravaioli, “attende dal 1998 la nuova sede della Questura”.


“La comunità riminese attende dal 1998 la nuova sede della Questura – ricorda Ravaioli nella lettera -, ha sacrificato parte del suo territorio per poterne contare e- nonostante siano trascorsi quasi due lustri- non ha mai potuto godere dei benefici che a questo punto le sarebbero più che dovuti”.


Dopo una serie di vicissitudini legali, osserva Ravaioli, ora qualcosa sembra essere cambiato. “Pare essersi aperto uno spiraglio concreto – afferma il sindaco -. Il privato attuatore ha deciso di riavviare i lavori per il completamento della nuova sede, informando che l’immobile sarà presumibilmente pronto ed agibile entro la fine dell’anno in corso”.


Il primo cittadino riminese chiede dunque al ministro Amato una “iniziativa forte, attenta, precisa del suo ministero nella direzione di concludere positivamente, in tempi adeguati e con reciproca soddisfazione, le modalità di locazione del fabbricato, permettendo lo spostamento degli uffici della Questura dall’angusta e scomoda ubicazione attuale alla sede nuova”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una richiesta che Ravaioli rivolge “a nome dell’intera comunità riminese e di tutto il territorio riminese. Non possiamo rischiare che a fine anno, ad immobile pronto per la consegna, si rimanga nell’indeterminatezza che è anticamera della paralisi”.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -