Obama presidente: euforia in tutto il mondo. "Il futuro può cambiare"

Obama presidente: euforia in tutto il mondo. "Il futuro può cambiare"

Obama presidente: euforia in tutto il mondo. "Il futuro può cambiare"

Tutto il mondo esulta in queste ore per la vittoria di Barack Obama alle elezioni presidenziali degli Stati Uniti. Un'onda di entusiasmo che ha avvolto tutto il pianeta, dall'Australia al Canada, dal Vaticano alla Cina, fino ai lettori di RomagnaOggi.it, che salutano con gioia e tante aspettative il trionfo del primo presidente afroamericano della storia americana. La vittoria di Barack Obama è soprattutto un segno di speranza che un futuro migliore è possibile.

 

> IL COMMENTO DEI LETTORI  
> GALLERIA FOTOGRAFICA: IL TRIONFO DI OBAMA

 

Si è così conclusa una sfida elettorale durata due anni per Barack Obama, che aveva compiuto qualcosa di straoardinario già vincendo le elezioni primarie contro tutti i rivali che si erano presentati alle primarie dei democratici, mentre poi è riuscito ad imporsi anche nel confronto faccia a faccia contro la rivale Hillary Clinton.

 

Poi Obama, con la vittoria alle primarie democratiche contro ogni pronostico, ha iniziato la scalata alla Casa Bianca contro il rivale John McCain, che era decisamente più favorito rispetto a lui. I sondaggi lo davano indietro, McCain, veterano del Vietnam (una figura che esercita un fascino enorme nell'immaginario collettivo americano) aveva avuto vita facile alle primarie repubblicane.

 

A quel punto però il Partito democratico americano è riuscito a compattarsi attorno a Obama, il quale non ha mai smesso di credere nella filosofia del "change", del cambiamento, nell'ispirare il popolo americano con il suo sogno. Non ha mai smesso di fornire al suo popolo e al mondo intero la speranza che un altro mondo è possibile. E oggi, con la sua vittoria, forse è davvero possibile.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quello che è accaduto nella notte tra martedì e mercoledì è un evento da ricordare, di quelli che verranno raccontati ai figli e ai nipoti, di quelle che tra qualche anno racconteremo raccontandoci dove e come abbiamo vissuto questo evento di portata storica. Un ‘terremoto' politico, sociale e di prospettiva paragonabile a quello dell'11 settembre; ma questao volta, per fortuna, è una notizia positiva. 


Commenti (6)

  • Avatar anonimo di Davide1
    Davide1

    Ma secondo voi, in Italia avremo mai una innovatore come "Obama"? Non mi riferisco al colore della pelle, ma la modo di pensare, di proporsi, di comunicare, e spero anche di fare.

  • Avatar anonimo di Martino
    Martino

    quello che ha fatto Obama è unico. non ci credevo, non speravo potesse accadere. Spero che anche lui non sia vittima delle lobby finanziarie che hanno dato appoggio a lui e ai democratici altrimenti sarebbe solo un nuovo bush ma di colore diverso.

  • Avatar anonimo di Luca
    Luca

    Era quello di cui il mondo ha bisogno, però non deve deludere le aspettative altrimenti sarà il crollo.

  • Avatar anonimo di Andrea
    Andrea

    Complimenti per la copertura.. Evviva il super strillo! :)

  • Avatar anonimo di Mattia
    Mattia

    Adesso Veltroni affermerà che quando in campagna elettorale diceva "Si può fare" si riferiva agli Stati Uniti! Detto questo, nonostante lo schieramento di Obama non sia quello in cui mi identifico, è giusto e sono contento che abbia vinto lui, mi pare una persona molto più capace di McCain

  • Avatar anonimo di Max Zoli
    Max Zoli

    Per il web questa vittoria è un nuovo successo, ormai non c'è più dubbio su come il mondo pulsi e viva sulla rete. Obama a basato tutta la sua campagna sulla gente ma contattandola principalmente con le nuove tecnologie. Inoltre la sua popolarità, prima durante le primarie poi in campagna presidenziale anche e sopratutto all'estero, si è sparsa a macchia d'olio su tutto il pianeta. La raccolta fondi con micro finanziamenti anche di pochi dollari, le risposte alle accuse dei suoi avversari, tutto è passato tramite la grande rete che collega tutti dall'agricoltore degli stati del sud america, all'operaio russo, dalle donne iraniane, agli imprenditori cinesi. Tutto un mondo che poi ha seguito anche i risultati in tempo reale tramite le testate on line, che sopratutto in europa hanno allestito grandi edizioni telematiche con i giornali gia nelle edicole. Ecco perchè penso che anche per questo la sua elezione sia storica.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -