Occupazione abusiva: assolti i ragazzi del Maudit

Occupazione abusiva: assolti i ragazzi del Maudit

FORLI’ – Si è concluso con un’assoluzione e un’esplosione di gioia il processo a dodici ragazzi del Maudit, il “Municipio autonomo di tutti”, un gruppo di studenti e lavoratori che nel marzo del 2002, avevano occupato uno stabile del Ministero dell'Agricoltura a scopo dimostrativo. Un gesto, il loro, condiviso da più di un centinaio di persone, tra studenti e lavoratori, forlivesi e fuori-sede. Venerdì pomeriggio l’esame degli imputati, prima della sentenza.

Erano in sei, stamattina, a dover essere sentiti. E dalle undici, orario in cui avrebbe dovuto prendere il via l’udienza, hanno aspettato fino alle tre. Alle cinque la sentenza, quasi a sorpresa. Ed ora possono tirare tutti un sospiro di sollievo Assistiti dall’avvocato Gian Andrea Ronchi, erano accusati di occupazione abusiva dello stabile di via Cadore, abbandonato e fatiscente da anni.

LA STORIA - In quei giorni del 2002, in quella casa erano state organizzate numerose attività, assemblee, dibattiti, laboratori artistici, che avevano attirato centinaia di giovani, soprattutto delle scuole superiori e universitari. Poi la decisione di lasciare l’edificio per aprire una “trattativa” con il Comune in modo da discutere il problema di spazi e autogestione, spostando l’attenzione dall’occupazione in sé alle istanze che ne costituivano la base.

Ed era andata a buon fine dato che l'allora sindaco Franco Rusticali aveva firmato un documento ufficioso in cui, tramite una carta d'intenti condivisa e appoggiata anche da Cgil e Arci, prometteva uno spazio nel vecchio magazzino di Piazzetta Corbizzi. Ed è stato vinto un cospicuo finanziamento regionale per la ristrutturazione dell'intera area, dal cui tetto bisognava rimuovere le parti contenenti amianto.

Una possibilità che aveva fatto scendere in piazza An e Forza Nuova che avevano iniziato, separatamente, una raccolta firma di protesta. L'area autogestita Maudit, comunque, è poi scomparsa dalle carte e dalla cronaca non facendo più parlare di sé, per poi riapparire in tribunale.

lisa tormena

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -