Omicidio coniugi Donegani, ergastolo per Gatti: ''Sono innocente''

Omicidio coniugi Donegani, ergastolo per Gatti: ''Sono innocente''

BRESCIA - Ergastolo per Guglielmo Gatti. Al termine di sei ore di camera di consiglio, la Corte d'Assise di Brescia ha deciso di accogliere in pieno le richieste del pm Claudia Meregola, condannando Gatti al carcere a vita con isolamento diurno per tre anni per l'omicidio degli zii Aldo Donegani e Luisa De Leo.

Gatti si trova rinchiuso nel carcere di Brescia dall'agosto del 2005. L'avvocato ha reso noto che presenterà ricorso in appello. L'imputato aveva rilasciato un'intervista ai giornalisti poco prima che i giudici si riunissero in camera di consigli dichiarando di aver collaborato con gli inquirenti: ''Ho risposto esaurientemente nell'intima coscienza della mia integrità e volontà che tutto fosse fatto. Ribadisco la mia innocenza e totale estraneità ai fatti".ha dichiarato Gatti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ancora oscuro il movente del duplice omicidio: rancore o denaro? Secondo il pm Merengola il movente è da ricercare ''nel contrasto incontenibile, irrisolvibile tra la sessualità assolutamente chiusa, introversa e repressa dell'imputato e quella degli zii estroversa, nel rapporto d'amore e odio, d'attrazione e repulsione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -