Omicidio di Villalta, lo sgomento dei sindaci Lucchi e Panzavolta

Omicidio di Villalta, lo sgomento dei sindaci Lucchi e Panzavolta

Omicidio di Villalta, lo sgomento dei sindaci Lucchi e Panzavolta

CESENA - "La notizia del terribile episodio di Villalta, che ha visto l'omicidio della cesenate Eleonora Liberatore per mano del suo ex compagno, ci lascia pieni di sgomento. La morte è sempre difficile da accettare, specialmente se si tratta di una persona giovane. Ma quando si tratta di una morte violenta, provocata dalla furia cieca di un altro, il senso di smarrimento e di angoscia colpisce in modo profondo e incancellabile".

 

Sono le parole dei sindaci di Cesena e Cesenatico, Paolo Lucchi e Nivardo Panzavolta, che commentano così il barbarico assassinio di Eleonora Liberatore avvenuto a Villalta martedì sera.

 

"Il nostro pensiero corre alla famiglia di Eleonora, e in particolare al giovanissimo figlio, che oggi si trova a piangere la madre rimasta vittima di una violenza inspiegabile e inaccettabile. A nome delle nostre Amministrazioni comunali e di tutti i nostri concittadini desideriamo esprimere la partecipazione al suo grande dolore. Al tempo stesso rivolgiamo un sentito ringraziamento ai Carabinieri per il loro operato, che ha consentito di risalire rapidamente all'aggressore".

 

"Le nostre comunità - concludono i sindaci - non sono abituate a fronteggiare casi come questo, che per fortuna sono estremamente rari nella nostra realtà. Da qui però ci arriva un forte monito a riflettere sulla condizione di debolezza e vulnerabilità di molte donne, maltrattate, abusate, sfruttate, e il richiamo a un sempre maggiore impegno per intercettare i segnali di difficoltà e mettere a disposizione una rete di sostegno che impedisca di arrivare al limite estremo".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -