Omicidio Fragalà, il Dna scagionerebbe l'indagato

Omicidio Fragalà, il Dna scagionerebbe l'indagato

PALERMO - Il Dna scagionerebbe il commerciante di 50 anni sospettato di avere ucciso a sprangate l'avvocato Enzo Fragalà. E' quanto emerge dai primi risultati delle analisi condotte dai carabinieri del Ris di Messina sui reperti sequestrati all'indagato. I reperti che sono stati sequestrati dagli uomini dell'Arma sono un paio di scarpe ed un bastone ritrovati nell'abitazione dell'uomo. Ma gli accertamenti svolti su alcune macchie rilevate sui reperti escludono una computabilità con il Dna dell'avvocato assassinato.

 

Il 50enne, arrestato per detenzione abusiva d'arma, ha anche fornito un alibi per la sera del delitto, che è stato confermato dalla sua convivente. Gli investigatori stanno valutando anche una serie di segnalazioni giunte in Procura, alcune delle quali anonime, che indicherebbe altri possibili piste alternative.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -