Omicidio Garlasco, l'accusa chiede rinvio giudizio di Alberto Stasi

Omicidio Garlasco, l'accusa chiede rinvio giudizio di Alberto Stasi

Omicidio Garlasco, l'accusa chiede rinvio giudizio di Alberto Stasi

PAVIA - Dopo quattro ore di requisitoria, i pm Rosa Muscio e Claudio Michelucci hanno chiesto il rinvio a giudizio nei confronti di Alberto Stasi accusato per l'omicidio della fidanzata Chiara Poggi, avvenuto a Garlasco il 13 agosto 2007. Secondo l'accusa Alberto ha ucciso Chiara ed è colpevole al di là di ogni ragionevole dubbio. Sarà il gup Stefano Vitelli a decidere sul rinvio a giudizio dell'ex fidanzato che deve rispondere anche di detenzione di materiale pedopornografico.

 

Durante la requisitoria, nel corso della quale è stato ricostruito l'omicidio di Chiara Poggi, i pm hanno ammesso che si tratta di un processo indiziario, senza manifestare i dubbi nell'affermare che "tutti gli indizi portano ad Alberto Stasi". Il gup Vitelli, ha respinto le eccezioni presentate dalla difesa di Stasi, che aveva chiesto che il computer non fosse ammesso come prova perche' aperto senza la presenza dei legali.

 

Inoltre, e' stata respinta la richiesta di nullità del capo di imputazione e di non tenere conto della relazione dell'ingegnere Pietro Boccardo, il quale riteneva impossibile non sporcarsi le scarpe all'interno della villetta di via Pascoli. Il gup ha anche negato il dissequestro, chiesto dai difensori, della bicicletta e delle scarpe di Alberto, mentre escono dal fascicolo processuale le telefonate tra Stasi e i suoi legali.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La prossima udienza è stata fissata per il 28 marzo. Nell'occasione prenderanno la parola gli avvocati di Stasi e quelli di parte civile. Poi il 30 il gup Vitelli potrebbe decidere sul rinvio a giudizio, a meno che non disponga una nuova perizia sul computer.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -