Omicidio Meredith, gip rinvia decisione su arresti

Omicidio Meredith, gip rinvia decisione su arresti

PERUGIA – Il gip di Perugia si è riservato di decidere sulla richiesta del sostituto procuratore, Giuliano Mignini, di convalida dell’arresto dell’americana Amanda Knox, la coinquilina della 22enne inglese Meredith Kercher, la studentessa in Erasmus uccisa nella nottata tra giovedì e venerdì nell’appartamento di via Pergola 7 a Perugia.

La decisione, secondo quanto riferito da uno dei legali della Knox, sarà depositata venerdì mattina, così come per gli altri due indagati, il fidanzato pugliese dell’americano Raffaele Sollecito e del congolese Patrick Lumumba Diya.

E' probabile che sabato Amanda incontri i genitori in carcere. Lo ha riferito uno dei suoi legali, l'avvocato Luciano Ghirga. La madre di Amanda, che l'avvocato ha detto essere "molto colpita dal fatto tragico e molto serio" che vede coinvolta la figlia, era arrivata ieri da Seattle nel capoluogo umbro e sembra abbia appreso dell'arresto soltanto durante il viaggio. Sempre secondo quanto riferito dal legale nella giornata di venerdì dovrebbe arrivare a Perugia anche il padre della giovane studentessa statunitense. Intanto, è stato revocato oggi il divieto di incontro tra i legali e i loro assistiti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -