Omicidio Meredith, Rudy catturato in Germania. Lumumba torna libero

Omicidio Meredith, Rudy catturato in Germania. Lumumba torna libero

Svolta nelle indagini relative all’omicidio di Meredith Kercher, la studentessa inglese di 22 anni uccisa la sera del 1° novembre in un casolare di Perugia. Si è conclusa in Germania, nei pressi di Magonza, la fuga di Rudy Hermann Guede, il cosiddetto quarto uomo presente nella casa dove è stata uccisa Meredith. L’ivoriano di 21 anni era ricercato dalla procura di Perugia con un mandato di cattura internazionale per omicidio aggravato in concorso e violenza sessuale.


L’ARRESTO - Il 21enne è stato fermato stato individuato dalla polizia federale tedesca su un treno che collega Coblenza a Magonza senza biglietto. Al controllo della sua identità è stato individuato come ricercato e poi fermato. Al momento degli accertamenti è stato appurato che le impronte digitali dell’uomo, presentatosi come Hermann Guede, erano già presenti nell’archivio della polizia criminale federale, ma sotto un altro nome. In base alle procedure ‘Schengen’, l’ivoriano potrebbe essere espulso e consegnato alle autorità italiane in tempi più brevi di quelli necessari per l'estradizione.


LE IMPRONTE - Ad incastrarlo sarebbero state una impronta insanguinata e dai "frammenti papillari" scoperti dagli agenti della Polizia Scientifica in alcuni frammenti di carta igienica lasciati nel bagno della casa.


SOLLECITO - Intanto il padre di Raffaele Sollecito, Francesco, lo studente pugliese in cella assieme ad Amanda Knox e al congolese Patrick Diya Lumumba accusati dell’omicidio di Meredith, ha affermato che Rudy "era l'unico uomo presente quella notte e si riuscirà a dimostrare anche questo”. Il padre di Raffaele si è recato martedì mattina presto in carcere per incontrare il figlio, recluso dal 6 novembre scorso. Parlando con i giornalisti prima di entrare in carcere Francesco Sollecito ha affermato che secondo lui "Rudy Hermann non agevola né alleggerisce la posizione di Raffaele".


LUMUMBA LIBERO- Il pubblico ministero Giuliano Mignini titolare delle indagini sull'omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher ha depositato al gip, nella tarda mattinata di martedì, la richiesta di revoca della custodia cautelare in carcere nei confronti di Patrick Dija Lumumba, il musicista congolese arrestato il 6 novembre scorso con l'accusa di concorso in omicidio e violenza sessuale. L'istanza di scarcerazione nei confronti di patrick Lumumba Diya sarebbe stata firmata dal gip del tribunale di Perugia Claudia Matteini.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -