Omicidio Sandri, si apre il processo. Il poliziotto in tribunale

Omicidio Sandri, si apre il processo. Il poliziotto in tribunale

Omicidio Sandri, si apre il processo. Il poliziotto in tribunale

AREZZO - Si è aperto venerdì mattina in Corte d'Assise ad Arezzo il processo per la morte di Gabriele Sandri, il giovane tifoso laziale ucciso con un proiettile la mattina dell'11 novembre 2007 nell'area di servizio dell'A1 di Badia al Pino (Ar). Presente in tribunale, ma non in aula, anche l''agente della Polstrada Luigi Spaccarotella, accusato di omicidio volontario. "Dopo un anno e mezzo, vedrò in faccia l'assassino di mio figlio", ha dichiarato il padre di Gabriele, Giorgio Sandri.

 

Il dibattimento si aprirà con le testimonianze degli agenti che quel giorno erano di pattuglia con Spaccarotella. Nei giorni scorsi, nel corso di un'intervista televisiva, il poliziotto ha ribadito di non aver sparato volontariamente. Una versione che non convince i legali della famiglia Sandri. "Voglio giustizia per Gabriele", ha dichiarato la madre. "Penso solo a mio figlio che non c'è più". In aula, oltre ai genitori, anche Cristiano, il fratello maggiore della vittima.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I difensori del poliziotto, gli avvocati Federico Bagattini e Francesco Molino, hanno presentato alla Corte d'assise richiesta di rito abbreviato con sconto di pena condizionato ad un sopralluogo nell'area di servizio Badia al Pino, e ad un confronto fra i periti che hanno stilato le consulenze balistiche. La proposta è stata respinta come già avvenuto in una precedente udienza con il giudice per le udienze preliminari.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -