Operazione anti-pedofilia, trentadue indagati

Operazione anti-pedofilia, trentadue indagati

Operazione anti-pedofilia, trentadue indagati

Ha interessato anche l'Emilia Romagna l'operazione finalizzata a contrastare la pedofilia sul web condotta dal personale della Polizia delle Comunicazioni di Bologna. Sono trentadue le persone indagate, di tutte le età e di diverse professioni, denunciate con l'accusa di detenzione e divulgazione di materiale pedopornografico. Queste sono state intercettate dagli investigatori mentre si scambiavano foto e video attraverso delle chat. Ingente il materiale sequestrato.

 

Si tratta in prevalenza di video girati con web cam o con il telefonino, di minorenni intenti a masturbarsi, che si ipotizza possano stati girati da loro stessi, in cambio presumibilmente di ricariche telefoniche. Molti pc sequestrati sono stati analizzati dagli inquirenti.

 

L'attività di indagine, coordinata dal sostituto procuratore di Modena Mirco Miccolini, è nata proprio nel modenese in seguito all'arresto di un uomo per adescamento di minori. Attraverso l'ausilio di intercettazioni telematiche sono stati seguiti coloro che interagivano con l'individuo.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli investigatori hanno altresì scoperti che alcuni degli indagati si connettevano ad internet tramite cellulare nella speranza di non esser individuati. Le indagini continuano per identificare anche i minori che stavano al gioco. Oltre all'Emilia Romagna le regioni interessate dall'operazione sono state Piemonte, Lombardia, Veneto, Toscana, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -