Operazione "Pedro", 28 arresti a Palermo per traffico di droga

Per 22 indagati la Dda di Palermo ha emesso provvedimenti di fermo per associazione mafiosa finalizzata alle estorsioni, al traffico di droga e alle rapine

E' di 28 arresti il bilancio dell'operazione antimafia “Pedro” condotta dai Carabinieri nell'ambito di un traffico di droga. Per 22 indagati la Dda di Palermo ha emesso provvedimenti di fermo per associazione mafiosa finalizzata alle estorsioni, al traffico di droga e alle rapine. Per altre sei persone, già in carcere per mafia, è stata disposta la custodia cautelare. L'indagine che ha portato al blitz ricostruisce l'organigramma dei mandamenti di Porta Nuova e Bagheria.

Per l'accusa Tommaso Di Giovanni, braccio destro del boss di Porta Nuova Calogero “Pietro” Lo Presti, entrambi fermati nella nottata tra martedì e mercoledì, si occupava di persona di trovare le somme da investire nell'acquisto di grosse partite di stupefacenti, organizzandone l'importazione. Un suo uomo, Ivano Parrino, coordinava invece la rete di spacciatori che smerciava le dosi di cocaina ed hashish in piazza Ingastone e nelle zone limitrofe.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -