Orrore nel bresciano, trovato impalato nel garage

Orrore nel bresciano, trovato impalato nel garage

Orrore nel bresciano, trovato impalato nel garage

MILANO - Una pratica erotica finita tragicamente. Potrebbe esser questa la causa dell'orribile fine di un artigiano di 52 anni. La tragedia si è consumata a Orzinuovi, nel bresciano. L'uomo, con precedenti per droga e rapina, è stato trovato un cacciavite industriale conficcato nel retto e lesioni alla testa. Gli inquirenti indagato per omicidio, anche se non escludono anche un gesto autolesionistico portato alle estreme conseguenze o una pratica erotica finita tragicamente.

 

L'ipotesi del suicidio potrebbe esser avvalorata dalla depressione di cui sembra recentemente soffrisse. L'uomo aveva anche problemi di tossicodipendenza. Quando gli investigatori sono giunti sul posto, il garage era chiuso dall'interno, gli ingressi non presentavano segni di effrazione e il cadavere aveva in tasca le chiavi del garage. Anche le lievi escoriazioni rilevate sulla testa dell'uomo potrebbero essere state causate da una caduta.

 

La morte, secondo i primi accertamenti, risalirebbe alle 3 della notte tra martedì e mercoledì. A quanto si è appreso il 52enne aveva avuto in precedenza un litigio in famiglia e si era allontanato dall'abitazione dicendo che avrebbe dormito fuori casa. Disposta per giovedì dalla Procura l'autopsia per accertare le cause del decesso. La vittima lascia oltre alla moglie un figlio di 27 anni e una figlia di 24.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -