Palazzuolo: ottimo successo per la prima edizione “Di borgo e di strada"

Palazzuolo: ottimo successo per la prima edizione “Di borgo e di strada"

PALAZZUOLO - Grande soddisfazione per il bilancio della rassegna di artisti di strada "Di Borgo e di Strada-Festa della fantasia". La festa svoltasi a Palazzuolo sul Senio il penultimo fine settimana di luglio, si è infatti chiusa con un successo superiore alle aspettative degli stessi organizzatori.

 

Nata e programmata in pochissimi giorni per colmare il vuoto nella programmazione estiva venutosi a creare con la decisione del gruppo storico "Oste Ghibellina" di annullare le ormai tradizionali Feste Medievali, l'iniziativa si è sviluppata e realizzata grazie all'impegno delle associazioni e dei gruppi che animano la vita sociale e culturale del paese. E di tante persone che hanno aderito singolarmente.

 

Il lavoro profuso è stato notevolissimo ma sempre sostenuto dall'entusiasmo, dalla passione e dalla fantasia di quanti hanno creduto che questa fosse un'ulteriore occasione per dimostrare che l'impegno condiviso è l'unico elemento capace di mantenere alta la vitalità di una piccola comunità.

 

"E' grazie a loro - affermano gli organizzatori - che in questi due giorni tantissime persone hanno avuto la possibilità di trascorrere momenti allegri, divertenti ed anche culturalmente intriganti. Per l'occasione moltissime sono state le famiglie e i bambini che hanno frequentato il piccolo borgo appenninico assistendo ad esibizioni musicali, teatrali, di ballo, di giocoleria e di altro genere che hanno coinvolto direttamente gli spettatori facendoli diventare per un momento, loro stessi,artisti di strada e animatori".

 

Non stupisce quindi che agli stessi organizzatori sia arrivata, da più parti, la richiesta sia di ripeterla anche i prossimi anni facendola diventare un appuntamento fisso dell'estate palazzuolese.

"E' una proposta da accogliere - aggiunge il sindaco Cristian Menghetti - perché al di là del valore in se, non va sottovalutata la capacità di aggregazione che questa iniziativa è in grado di sviluppare. Infatti, questo è il dato che più mi ha colpito, dietro tutto questo c'è un gruppo di persone, fra le quali molti giovani, che hanno lavorato insieme per il piacere di farlo, che hanno faticato con allegria e che anche nei momenti più impegnativi sono riusciti a sdrammatizzare e a scherzare. Sono state davvero due belle giornate - conclude - e il ringraziamento per quanti hanno contribuito a renderle tali è vero e sentito, accompagnato dalla convinzione che con questo spirito si può guardare al futuro di questa comunità con ottimismo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -