Palermo, il Papa ai giovani: ''La mafia è incompatibile col Vangelo''

Palermo, il Papa ai giovani: ''La mafia è incompatibile col Vangelo''

Palermo, il Papa ai giovani: ''La mafia è incompatibile col Vangelo''

PALERMO -  La mafia è "una strada di morte, incompatibile con il Vangelo". E' quanto ha affermato Benedetto XVI incontrando i giovani siciliani a Palermo, in piazza Politeama. La visita è cominciata domenica mattina con la messa e l'Angelus al Foro Italico, continuata con l'incontro in cattedrale con i sacerdoti e i seminaristi e conclusa appunto con l'abbraccio ai giovani in piazza Politeama. Quindi nel viaggio del Pontefice c'è stato anche un fuori programma.

 

Ratzinger mentre stava all'aeroporto di Punta Raisi, si è voluto fermare sul luogo della strage di Capaci per lasciare dei fiori proprio dove vennero uccisi il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta. Il Papa ha inviato i giovani a non cedere "alle suggestioni della mafia, che è una strada di morte, incompatibile con il Vangelo, come tante volte i vostri vescovi hanno detto. Non abbiate paura di contrastare il male".

 

Benedetto XVI ha indicato ai giovani alcuni esempi da seguire: da Chiara Badano, morta di tumore nel 1990 e recentemente beatificata, a Rosario Livatino, il magistrato ucciso, nello stesso anno, dalla mafia a 38 anni, ora al centro di una causa di beatificazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -