Palermo, nuova indagine sulle escort nelle feste del Pdl

Palermo, nuova indagine sulle escort nelle feste del Pdl

Palermo, nuova indagine sulle escort nelle feste del Pdl

Una nuova bufera a luci rosse che coinvolgerebbe escort e politici è finita al centro di un'indagine della Procura di Palermo. Tutto è partito da un'insospettabile trafficante internazionale di droga arrestata a luglio, che sta rilevando agli inquirenti un giro di escort e cocaina attorno ad alcune serate organizzate da esponenti politici del Pdl fra la Sicilia, Roma, l'Emilia Romagna e la Lombardia. Al centro della vicenda c'è Perla Genovese, parmigiana di 32 anni.

 

La donna, che ha un passato da assistente parlamentare, ha precisato di non avere mai partecipato direttamente ad incontri conviviali con il premier, ma ha raccontato le confidenze di un'amica, una escort italiana di 28 anni, su presunti party a base di cocaina e sesso a cui avrebbero partecipato anche uomini vicini al presidente del Consiglio. Genovesi ha detto ai pm Geri Ferrara e Marcello Viola dei viaggi in Spagna organizzati per comprare la cocaina e importarla in Sicilia.

 

Al vertice dell'organizzazione, che è stata scoperta dai Carabinieri, c'era Paolo Messina, 53 anni, di Campobello di Mazara, sorpreso in passato ad avere rapporti con i favoreggiatori del superlatitante di Cosa nostra Matteo Messina Denaro. Secondo quanto ha affermato la parmigiana, Paolo Messina avrebbe organizzato in provincia di Trapani festini a base di cocaina ed escort per esponenti politici del Pdl, locali e nazionali. La procura di Palermo ha precisato: "Non stiamo indagando su feste a villa Certosa".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -