Alla scoperta del mondo internet, dalla Regione 1,2 mln sul progetto fino al 2020

Su iniziativa dei Punti Pei già attivi, nel 2015 sono stati organizzati circa 40 corsi di alfabetizzazione digitale di base, frequentati da più di 500 partecipanti

Sarà on line da mercoledì la nuova versione del portale di “Pane e Internet”, il progetto dell’Agenda digitale regionale che, con la collaborazione degli enti locali e di altre realtà (biblioteche, scuole, associazioni, centri culturali e imprese), punta a diffondere le competenze digitali e avvicinare al mondo di Internet anche le persone che rischiano di rimanerne escluse: circa 900.000 nella sola Emilia-Romagna. Progettato per essere fruibile in maniera ottimale con tutti i dispositivi digitali, compresi i tablet e gli smartphone, il portale vuole essere un luogo virtuale di incontro, apprendimento e confronto. Tutto questo attraverso la fornitura e la condivisione di informazioni, materiali formativi, servizi interattivi e strumenti di lavoro. “Abbiamo un obiettivo preciso – ha sottolineato Raffaele Donini,  assessore regionale all’Agenda digitale  – , un’Emilia-Romagna digitale al 100% entro il 2025. Oltre a lavorare sull’infrastrutturazione del territorio, è fondamentale investire al tempo stesso sull’aumento di competenze digitali tra i cittadini: per questo come Regione investiremo 1,2 milioni sul progetto ‘Pane e internet’ fino al 2020”.

Il nuovo portale
Tra le novità a disposizione dei cittadini, due mappe interattive. Sulla prima è possibile visualizzare dove sono già attivi i Punti Pane e Internet (Punti PEI), le strutture territoriali gestite dai Comuni o dalle Unioni di Comuni che organizzano corsi di alfabetizzazione digitale e di secondo livello, servizi di assistenza all’uso di Internet nelle biblioteche e nei centri culturali (“facilitazione digitale”) ed eventi di cultura digitale. Dalla mappa è possibile accedere alle pagine dei singoli Punti Pei, concepite come veri e propri “sottositi”. Consultandole, si trovano informazioni sui servizi, sulle attività previste e le modalità per prendervi parte. Sono sempre le redazioni territoriali ad aggiornare anche la seconda mappa interattiva, quella delle attività di inclusione digitale. Con questo strumento, si può disporre di una panoramica puntuale e completa di tutti i corsi di alfabetizzazione digitale e di secondo livello, dei servizi di facilitazione digitale e degli eventi di cultura digitale in svolgimento nei territori.

I cittadini a rischio di esclusione digitale, ma anche gli operatori territoriali e i professionisti della formazione, possono fare riferimento al nuovo portale anche per approfondire e arricchire nel tempo le proprie conoscenze in materia di digitale e di Internet. Nel “catalogo delle risorse” sono disponibili (e fruibili liberamente) i materiali didattici realizzati dallo staff di Pane e Internet, nel rispetto del modello europeo Digcomp, e utilizzati in aula nei territori. In un’apposita sezione del nuovo portale si può fare richiesta di iscrizione alla newsletter bimestrale di progetto. A tutto questo si associa anche la fornita di una piattaforma informatica di lavoro per tutti gli operatori che nei territori, e in particolare nei Punti Pei, dovranno realizzare le attività di inclusione digitale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Pane e Internet”: i numeri
E’ un progetto della Regione Emilia-Romagna, finanziato all’interno dell’Agenda digitale regionale (ex Piano Telematico), finalizzato allo sviluppo delle competenze digitali dei cittadini e in particolare di coloro che rischiano di rimanere esclusi dalle opportunità e dai vantaggi derivanti dall’uso di Internet e delle nuove tecnologie. Il progetto è partito nel 2009 e nei primi 5 anni la Regione ha finanziato centinaia di corsi organizzati in tutte le province, con la collaborazione degli enti locali, cui hanno partecipato oltre 12.000 cittadine e cittadini. Per il triennio 2014-2017 il progetto prevede la istituzione dei Punti Pane e Internet (Punti Pei), strutture coordinate dai Comuni o dalle Unioni dei Comuni che – con la collaborazione di biblioteche, scuole, associazioni e centri culturali – siano in grado di garantire un’offerta stabile e continuativa. Dalla primavera del 2015 ad oggi sono già 7 i Punti Pei attivati, da parte delle Unioni dei Comuni della Pedemontana Parmense, del Frignano, dell’Alto Ferrarese e della Bassa Romagna, dell’Associazione Intercomunale Terre Estensi e dei Comuni di Modena e Rimini. Su iniziativa dei Punti Pei già attivi, nel 2015 sono stati organizzati circa 40 corsi di alfabetizzazione digitale di base, frequentati da più di 500 partecipanti, e 15 corsi avanzati di secondo livello, ai quali hanno preso parte poco meno di 200 persone, per un totale di circa 700 persone coinvolte nelle varie tipologie di corsi. I Punti Pei hanno organizzato anche 10 eventi di cultura digitale, che hanno visto la partecipazione di più di 600 cittadini, e attivato 21 punti di facilitazione digitale. Sempre nel 2015, fuori dai Punti Pei, tramite il supporto di “Pane e Internet”, sono stati organizzati altri 24 corsi di alfabetizzazione digitale, su iniziativa degli enti locali, con la partecipazione di circa 400 cittadini.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -