"Panjghjna" chiusa dal prefetto: vandali in azione

"Panjghjna" chiusa dal prefetto: vandali in azione

BERTINORO - Arriva la replica della "Surin srl", la società proprietaria della "Partyghina", chiusa per una settimana su decisione del prefetto di Forlì-Cesena, Angelo Trovato. Ed emergono fatti inquietanti. "Nella notte tra venerdì e sabato si è verificata un'incursione nel parco - si legge nella nota della società - vi è stato anche un incendio nel parcheggio lungo la via Consolare, spento dai Vigili del Fuoco". Insomma sembra quasi una persecuzione.

 

Recinzioni danneggiate, alberi divelti, gomme bucate all'auto promozionale della "Panjghjna", questo emerge dalla nota pubblicata dal Corriere Romagna. Inoltre la rappresentante del locale, Maria Angeli, sottolinea anche la diffusione della notizia di un comitato di 150 persone che avrebbe chiesto la chiusura della "Panjghjna".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'azienda vuole garantire il miglior servizio ai propri clienti ed è lieta di essere controllata dalle forze dell'ordine, per prevenire problemi causati da qualche avventore - si legge nella nota - auspicando che le forme di protesta contro il locale si svolgano nel rispetto dell'incolumità delle persone, delle proprietà e dell'ambiente, in quanto si tratta di una regolare attività, svolta nel rispetto delle leggi".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -