Paradisi fiscali, in sette mesi evasi 3,3 miliardi di euro

Paradisi fiscali, in sette mesi evasi 3,3 miliardi di euro

Paradisi fiscali, in sette mesi evasi 3,3 miliardi di euro

ROMA - Sono 3,3 i miliari di euro evasi all'estero nei primi sette mesi del 2009. Il dato è stato comunicato dalla Guardia Finanza. Sono state svolte 5.690 indagini, verifiche e controlli contro l'evasione e le frodi fiscali internazionali e i trasferimenti illeciti di capitale all'estero. L'Iva evasa per frodi scoperte su triangolazioni commerciali ricorrendo a società cartiere e fatture per operazioni inesistenti è pari a 1,8 miliardi con 3.557 soggetti denunciati.

 

Le denunce, rispetto al 2008, sono così cresciute del 17%. I titoli e la valuta sequestrati nei controlli alle frontiere ammontano a 396 milioni di euro, con 1.185 individui sorpresi a portare al seguito denaro o titoli per valori superiori a 10 mila euro. Dei 3,3 miliardi evasi all'estero, 1,1 miliardi sono stati rintracciati nelle transazioni e nelle operazioni finanziarie con i cosiddetti paradisi fiscali.

 

Oltre 600 milioni di euro sono stati accreditati a danno di soggetti e imprese che avevano falsamente spostato all'estero la propria residenza o la sede della propria attività. Altri 1,6 miliardi sono a carico di imprese estere che, operanti in Italia, non dichiaravano nulla al fisco.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -